Erasmus+ Scuola, mobilità docenti e dirigenti in aumento del 24%

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“L’anno appena concluso ha registrato numeri molto alti per quanto riguarda la partecipazione al programma Erasmus+ nei settori scuola, università ed educazione degli adulti, numeri che in alcuni casi hanno posto l’Italia ai primi posti in Europa”. Così scrive sul sito dell’Indire Elena Maddalena.

Vediamo i numeri relativi alla mobilità per la scuola.

Mobilità per la scuola: progetti approvati e iniziative

Sono stati approvati 147 progetti di mobilità, relativa a dirigenti scolastici, insegnanti e personale amministrativo.

I progetti consentiranno a 3.870, tra insegnanti, dirigenti e personale amministrativo (+24% rispetto al 2017), di frequentare un corso di formazione, job shadowing (attività di osservazione sul campo) o un incarico di insegnamento.

I temi maggiormente preferiti dai docenti sono quelli relativi all’uso di metodologie educative innovative, alle nuove tecnologie/competenze digitali e all’insegnamento/apprendimento delle lingue straniere.

Mobilità per la scuola: regioni più attive

Le regioni più attive in tema di mobilità europea sono l’Emilia Romagna, la Sicilia e infine la Puglia.

Mobilità per la scuola: personale maggiormente coinvolto

La maggior parte delle persone coinvolte nei progetti di mobilità (78%)  è costituita da docenti e staff delle scuole secondarie di secondo grado.

Presenti, sebbene in misura minore, anche docenti delle scuole secondarie di primo grado e primarie (19%).

Mobilità per la scuola: destinazioni

Le destinazioni preferite dai docenti sono in ordine:

  • Regno Unito;
  • Irlanda;
  • Finlandia;
  • Spagna;
  • Francia.
Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione