Erasmus e innovazione metodologica TOC in Italia, alla Berlinguer di Ragusa

Stampa

inviato da Marinella Pitino – Con l’evento formativo organizzato presso l’Istituto Comprensivo Berlinguer di Ragusa si è avviato il 17 febbraio il progetto Erasmus KA201 “Impetus T.O.C.” che coinvolge tre paesi europei Italia, Polonia e Lituania in un partneriato strategico ispirato alla Teoria dei vincoli (Theory of Constraints, meglio nota come T.O.C.), una metodologia didattica innovativa basata su un concetto molto semplice, ossia la consapevolezza che l’anello debole di una catena determina la debolezza complessiva della catena stessa.

Al progetto partecipa, in qualità di partner, anche l’ Associazione “Anyksciai Education Authority “ leader per la formazione e la qualificazione degli insegnanti e dei membri degli istituti di istruzione e delle altre comunità nazionali della Lithuania.

L’esperienza, unica ed innovativa, coordinata dalla scuola polacca “Lokomotywa”, coinvolge studenti, docenti e genitori dei tre paesi europei in un percorso formativo finalizzato all’introduzione, nella pratica didattica, dellaT.O.C. , ideata da Goldratt, genio della gestione aziendale, e sperimentata già in diversi paesi del mondo.

Da diversi anni e in diversi settori , questa teoria è andata affinandosi nella continua ricerca di strumenti d’analisi per realizzare processi di miglioramento continui. Dal 1995 la fondazione Onlus Goldratt, si è posta come obiettivo di diffondere la conoscenza e l’applicazione della T.O.C. nel mondo dell’ istruzione. Da allora più di 30 paesi nel mondo applicano questa metodologia nelle scuole e nelle università con esclusione dell’Italia.
Con la partecipazione al progetto Erasmus “IMPETUS –TOC” l’I.C. Berlinguer si propone di diffondere l’utilizzo della metodologia T.O.C. nelle scuole del primo ciclo di istruzione del territorio, attraverso un percorso che prevede, in una prima fase, la formazione di 8 docenti della scuola, in collaborazione con docenti ed esperti formatori dei paesi partner, e successivamente il coinvolgimento attivo degli studenti in percorsi di ricerca-azione da realizzare all’interno delle classi e attraverso la mobilità, e dei genitori, con modalità operative coinvolgenti e motivanti.

Il progetto Erasmus prevede che durante i due anni, nelle scuole primarie dei paesi partner coinvolti, il metodo TOC possa essere applicato su argomenti curriculari concordati e su classi parallele, al fine di sviluppare il pensiero critico negli studenti ma anche abilità come risoluzione di problemi, empatia, relazioni interpersonali, capacità di riconoscere e nominare i propri bisogni e quelli degli altri e tecniche di gestione delle emozioni attraverso la mediazione.

Tra le azioni previste grande attenzione sarà data ai processi di mediazione finalizzati al supporto degli studenti e degli adulti nella risoluzione dei conflitti. L’innovazione, in particolare, riguarderà l’introduzione, nel percorso curricolare, della “mediazione tra pari” da realizzarsi assegnando agli studenti il ruolo di “mediatori” in situazioni formative caratterizzate da simulazioni e studi di caso. L’obiettivo del progetto è quello di rafforzare negli studenti il senso di responsabilità nella gestione dei rapporti interpersonali sostenendoli nell’accettazione “dell’altro” e nel rispetto del punto di vista altrui, requisiti imprescindibili per lo sviluppo di competenze trasversali sociali e soft skills, in coerenza con le Indicazioni Nazionali per il curricolo e con il Profilo in uscita dello studente.

La T.O.C. e la mediazione tra pari, inoltre, forniranno agli insegnanti e agli studenti input significativi per sviluppare abilità di problem-solving, di supporto al processo decisionale, alla gestione del tempo, al lavoro di squadra, e alla visione olistica dei problemi in risposta alle richieste delle sfide del XXI secolo combinando insieme in modo equilibrato esperienze di apprendimento formale, non formale e informale. Nell’arco dei biennio saranno realizzati , sulla scorta dell’esperienza maturata, materiali pedagogici e didattici per insegnanti, studenti e genitori quali un manuale TOC per la scuola primaria ,un “Fairytale” prodotto direttamente dai trenta studenti coinvolti nella mobilità in Lithuania (10 per ciascun partner del progetto) e un “Parents handbook” per i genitori degli alunni. A conclusione del percorso biennale è prevista la realizzazione di una Conferenza Internazionale che sarà organizzata a Ragusa e che vedrà la partecipazione di alti esponenti giapponesi leader nel settore di applicazione della Theory of Constraints nei sistemi di istruzione e di educazione.

Nel corso di due anni verranno prodotti materiali pedagogici ed educativi per docenti, studenti e genitori come un manuale TOC per la scuola primaria, una “favola” prodotta direttamente dai trenta studenti coinvolti nella mobilità in Lituania (10 per ogni partner del progetto), un “Manuale dei genitori” per i genitori degli alunni.

A conclusione del percorso è prevista l’organizzazione di una conferenza internazionale che sarà realizzata a Ragusa e vedrà la partecipazione dei principali esponenti giapponesi nel campo di applicazione della Teoria dei vincoli nei sistemi di istruzione e istruzione.

Stampa

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!