Erasmus alla scuola dell’infanzia: a Bologna i primi baby studenti spagnoli. Un progetto apripista per la mobilità già dai 5 anni

WhatsApp
Telegram

Cominciano fin da piccoli ad avere uno sguardo internazionale. Non si tratta di studenti universitari, ma di bambini di soli 5 anni. Sono i protagonisti di una prima assoluta: un’esperienza di Erasmus alla scuola dell’infanzia.

Quattro bambini e quattro bambine spagnoli della Escuala de Educación Infantil La Julianita di Aracena, in Andalusia, sono arrivati a Bologna lunedì scorso, 8 aprile, e sono rimasti fino a ieri, venerdì 12 aprile.

Un’esperienza di intercultura e condivisione

Durante la loro settimana bolognese, i piccoli Erasmus saranno immersi nella quotidianità della scuola dell’infanzia comunale Grosso al quartiere Navile. Insieme ai loro coetanei italiani, condivideranno giochi, attività didattiche e momenti di svago. Un’occasione unica per sperimentare la diversità e costruire relazioni interculturali fin dai primissimi anni di vita.

Un progetto innovativo e collaborativo

Come segnala il Corriere della Sera, l’iniziativa, promossa dal Comune di Bologna in collaborazione con la scuola spagnola, rappresenta un progetto pilota nell’ambito del programma Erasmus+. L’obiettivo è quello di favorire il dialogo interculturale e lo scambio di esperienze educative tra bambini di età precoce.

Un programma ricco di attività

I giorni bolognesi dei baby Erasmus saranno pieni di attività. Tra passeggiate nel verde, visite al teatro e ai musei, momenti di gioco libero e laboratori creativi, i bambini avranno modo di scoprire la città e di stare insieme ai loro nuovi amici italiani.

Un’esperienza da replicare

L’auspicio è che questa prima esperienza possa essere replicata in futuro, dando vita a veri e propri scambi interculturali tra scuole dell’infanzia di diverse città europee. Un’occasione preziosa per educare i bambini all’apertura verso il mondo e per costruire un futuro di maggiore comprensione e collaborazione tra le diverse culture. Un segno tangibile di come la diversità possa essere una ricchezza e una fonte di reciproco arricchimento.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri