Equipollenza tra Diplomi Accademici e Lauree per accedere ai concorsi pubblici

di Giulia Boffa
ipsef

Red – Gabriella Carlucci, deputata dell’UDC, ha parlato dell’equipollenza dei titoli per i diplomati di Conservatori ed Accademie, per concorrere ai concorsi pubblici.

Red – Gabriella Carlucci, deputata dell’UDC, ha parlato dell’equipollenza dei titoli per i diplomati di Conservatori ed Accademie, per concorrere ai concorsi pubblici.

 "Finalmente l’equipollenza dei titoli per accedere ai concorsi pubblici e ai dottorati di ricerca per i diplomati di Conservatori ed Accademie. Un segnale per rilanciare la formazione artistica italiana e ricollocarla nel contesto europeo. Presentato come emendamento alla legge di stabilità e approvato dalla V Commissione Senato e quindi nel maxiemendamento per l’Aula, l’emendamento che consente l’equipollenza dei titoli di studio è un importante traguardo perché elimina alcuni elementi di iniquità emersi nei confronti degli studenti, privatisti e non, diplomati e non, nei conservatori di musica prima dell’entrata in vigore del nuovo ordinamento introdotto dalla Riforma dell’Alta formazione artistica (legge 21 dicembre 1999, n. 508).
 
Già nel 2010 sottolineavo la necessità di un intervento legislativo in materia presentando una proposta di legge che consentisse l’equipollenza perché la legge del 1999 lascia irrisolta la questione dei titoli di studio non riconoscendo pari dignità tra titoli di studio rilasciati dagli istituti e dalle università , come al contrario avviene in molti Paesi dell’Unione europea, e non stabilisce neanche l’equipollenza tra titoli di studio conseguiti con il vecchio e con il nuovo ordinamento, vanificando e delegittimando il lavoro e l’impegno di tutti gli insegnanti e gli studenti del vecchio ordinamento". 
Versione stampabile
anief anief
soloformazione