Entrare in ruolo dopo 28 anni di precariato

Di
WhatsApp
Telegram

red – Un evento, tale da meritare un articolo sul Corriere delle Alpi, l’ingresso del professore di ginnastica Pra Mio come docente di ruolo, reduce da 28 anni di precariato.

red – Un evento, tale da meritare un articolo sul Corriere delle Alpi, l’ingresso del professore di ginnastica Pra Mio come docente di ruolo, reduce da 28 anni di precariato.

Il Corriere delle Alpi indica anche l’ora della firma, avvenuta ieri, sul contratto a tempo indeterminato del prof Fabrizio Pra Mio: le ore 8,40. Una data ed un orario che rimarranno indelebili nella memoria della storia personale di quest’insegnante che negli anni aveva "messo in scena" la propria supplenza annuale, persentandosi di volta in volta vestito da sposa o da Mago Merlino, e per questo salito agli onori della cronaca.

Per la grande occasione, ha pensato bene di mettere in scena la morte catartica del precario Pra Mio, con un plotone di esecuzione formato dai bambini che ha giustiziano il vecchio prof precario, per far rinascere il nuovo docente di ruolo.

In poche ore la notizia postata sulla nostra pagina FaceBook è diventata oggetto di numerosi commenti: tra gli auguri per la "giovane carriera" da docente in ruolo, e i commenti sconfortati di chi vive da anni il precariato, di chi è entrato in ruolo dopo 26 anni e di chi è precario dall’86.

Non c’è dubbio che questo prof incarna il funzionamento di un sistema, quello della formazione e del reclutamento dei docenti, che in questi anni ha creato tali e tante anomalie che sono diventue normalità. Nella speranza che la morte catartica del prof Pra Mio diventi simbolo della morte catartica di tutti i precari d’Italia in attesa di essere regolarizzati.

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Scopri la nuova promozione natalizia: “Calendario dell’avvento”