Emilia Romagna, scontro su riapertura scuole. FI: 5,5% contagi in classe, siamo pronti. Solomoni, “Siamo al lavoro, falso il contrario”

Stampa

“E’ da irresponsabili non aprire le scuole, l’Emilia-Romagna è pronta. Peccato dichiari il contrario l’assessore alla Scuola”.

Così, in una nota, la consigliera regionale di Forza Italia, Valentina Castaldini, che punta il dito contro l’assessore Paola Salomoni che, secondo la forzista, avrebbe detto: “Il ritorno in classe nelle scuole superiori dal 7 gennaio? Ci stiamo occupando di rendere la cosa possibile, che non è un’operazione da poco e non è scontato, seguendo la questione dal punto di vista tecnico”.

“Continuo a leggere queste parole e sono un macigno – afferma Castaldini -. La cosa che fa più male è che a pronunciarle, e aggiungo con un po’ di incoscienza, è stata Paola Salomoni, assessore regionale alla Scuola. E mi chiedo: non ha sentito le parole del ‘suo’ presidente, Stefano Bonaccini, che non più tardi di ieri ha dichiarato che la scuola deve riaprire”.

“Ma anche laddove le fosse sfuggito – prosegue la forzista -, omette il fatto che l’Emilia-Romagna era l’unica regione già pronta ad aprire a dicembre prima di quest’ultimo Dpcm. L’assessorato ai Trasporti si è speso per far sì che il 7 gennaio fossimo pronti ad entrare in classe. E se non bastasse, invito l’assessore Salomoni a leggere i dati da me richiesti sui contagi all’interno delle classi, in tutta la Regione non superano il 5,5%”.

La risposta di Solomoni

“Vogliamo che la scuola riapra il 7 gennaio con lezioni in presenza, nel pieno rispetto delle condizioni di sicurezza – sottolinea Paola Salomoni, assessore regionale alla Scuola dell’Emilia-Romagna, commentando alcune dichiarazioni di esponenti politici secondo i quali si vorrebbe “chiudere ulteriormente la scuola”-. Tanto è vero che stiamo lavorando ininterrottamente in ogni territorio insieme con le prefetture, con gli enti locali, le autorità scolastiche, i sindacati, le aziende di trasporto e la nostra sanità affinché tutto questo avvenga. Chi dice, o anche solo presume il contrario, parla di un’altra realtà, non certo dell’Emilia-Romagna”.

“Faccio un appello – conclude l’assessore regionale alla Scuola – non facciamo bagarre politica sulla scuola, in tempo di pandemia. Riaprire il 7 gennaio è il nostro obiettivo e stiamo facendo tutto il possibile affinché ciò avvenga”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur