In Emilia Romagna la Regione chiede 4.000 docenti in più

di redazione
ipsef

"La Regione vede con grande preoccupazione l'assegnazione del tutto insufficiente di docenti, di insegnanti di sostegno, di personale tecnico e amministrativo attribuiti dal Ministero al sistema scolastico emiliano-romagnolo". Cosi l'assessore regionale alla Scuola, Patrizio Bianchi, in merito agli organici annunciati per il prossimo anno scolastico.

"La Regione vede con grande preoccupazione l'assegnazione del tutto insufficiente di docenti, di insegnanti di sostegno, di personale tecnico e amministrativo attribuiti dal Ministero al sistema scolastico emiliano-romagnolo". Cosi l'assessore regionale alla Scuola, Patrizio Bianchi, in merito agli organici annunciati per il prossimo anno scolastico.  "Occorre – ha detto – un aumento coerente del personale scolastico. Questo poiché si registra una crescita continua degli iscritti nelle scuole dell'Emilia-Romagna, dove, situazione unica in Italia, c'è un aumento della popolazione scolastica con un ritmo dell'1,3% l'anno anche in ragione di politiche di inclusione e antidispersione realizzate dalla Regione in collaborazione con l'Ufficio scolastico regionale. Abbiamo già preso contatto con il Governo per ribadire la necessità di adeguare gli organici alle nuove esigenze e anche alla situazione di un'area ancora alle prese con la ricostruzione dopo il sisma del maggio 2012".

Secondo i sindacati in Emilia-Romagna mancano  3.500 docenti di posto comune, 600 di sostegno e 1.100 posti di personale amministrativo, tecnico e ausiliario.

Si registra un aumento di circa 7mila studenti rispetto allo scorso anno, pari all'1,31%, contro una media nazionale dello 0,31%,  una maggiore richiesta di iscrizione alla scuola dell'infanzia statale, una percentuale più alta di flussi migratori e di ricongiungimenti familiari, una crescita nel numero degli alunni con disabilità e  una forte esigenza di personale docente e ata a causa di problematiche ancora legate al sisma.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione