Emilia Romagna, 3,3 milioni di euro in più per i giovani che non studiano e non lavorano

Stampa

L’assessore Colla: “Le risorse aggiuntive permetteranno di raggiungere ancora più ragazzi che non studiano e non lavorano”

Garantire ai giovani Neet – Not in Education, Employment or Training – tutte le opportunità previste dal Piano regionale Garanzia Giovani che dà attuazione al Programma operativo nazionale Iniziativa Occupazione Giovani. A questo scopo, la Regione ha prorogato dal 31 dicembre 2020 al 30 giugno 2021 il termine per effettuare le azioni, e prevede risorse aggiuntive per oltre 3,3 milioni di euro. Lo rende noto una nota della Regione.

“Le misure restrittive per contrastare e contenere il diffondersi del contagio epidemiologico Covid-19, disposte dallo scorso febbraio – spiega l’assessore regionale alla Formazione e lavoro, Vincenzo Colla – hanno limitato la possibilità dei ragazzi che non studiano e non lavorano di accedere ai servizi pubblici per il lavoro, per essere orientati nell’individuazione delle misure più efficaci personalizzate. Le risorse aggiuntive assegnate permetteranno di raggiungere ancora altri ragazzi, per dar loro la possibilità di rientrare in un percorso di studio o di lavoro”.

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione