Emendamenti per blocco graduatorie ad esaurimento, che futuro?

di
ipsef

La redazione di orizzontescuola.it ha scovato gli emendamenti presenti nel milleproroghe che hanno come obiettivo il blocco dell’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento. Molti si sono chiesti se la proposta sarà accolta o meno, la risposta è: dipende.

La redazione di orizzontescuola.it ha scovato gli emendamenti presenti nel milleproroghe che hanno come obiettivo il blocco dell’aggiornamento delle graduatorie ad esaurimento. Molti si sono chiesti se la proposta sarà accolta o meno, la risposta è: dipende.

Da cosa? Probabilmente dal pronunciamento della Corte Costituzionale sulla questione coda-pettine.

Le possibilità sono tre:

  1. la Corte considera incostituzionale l’inserimento in coda e ordina l’inserimento a pettine dei ricorrenti;
  2. la Corte considera incostituzionale l’inserimento in coda e ordina l’inserimento a pettine di tutti coloro che sono in coda nelle province opzionali;
  3. la Corte considera costituzionale l’inserimento in coda e i ricorrenti, così come tutti gli iscritti in graduatoria, restano in coda nelle province opzionali.

Tutto dipenderà dagli eventuali danni che al MIUR verranno considerati accettabili. Infatti, nel primo caso, nel caso in cui la Corte dovesse considerare incostituzionale l’inserimento in coda e dovesse ordinare l’inserimento a pettine solo dei ricorrenti, il MIUR potrebbe considerare tale soluzione un effetto collaterale accettabile perchè i casi sarebbero "limitati" e si potrebbe procedere al blocco delle graduatorie.

Nel secondo caso, nel caso in cui la Corte dovesse ordinare l’inserimento a pettine di tutti coloro che sono in coda, allora si rischierebbe il caos e un costo non indifferente dal momento che, con molta probabilità, il Tesoro dovrebbe risarcire quanti, se inseriti a pettine, avrebbero ottenuto una supplenza. In questo caso il blocco delle graduatorie costringerebbe all’inserimento a pettine con "danni non accettabili". Tra l’altro il risarcimento potrebbe sommarsi a quello che in questi mesi stanno chiedendo numerosissimi precari che hanno già inviato al MIUR le lettere prescrittive e si predispongono ai ricorsi per la mancata trasformazione degli incarichi in rapporto a tempo indeterminato come previsto da una consolidata normativa europea.

Nel terzo caso, invece, nel caso della costituzionalità delle code, il MIUR darebbe il via per l’appoggio agli emendamenti per il blocco delle graduatorie.

Per gli emendamenti vai a: Proroga graduatorie ad esaurimento 2011/12: presentati emendamenti nel Milleproroghe

Versione stampabile
anief
soloformazione