Eliminare i docenti di sostegno, adesso si sperimenta a Trento

WhatsApp
Telegram

Ancora Trento, fucina di "riforme". Questa volta spetta ai docenti di sostegno che una proposta, più volte analizzata dalla nostra redazione, vorrebbe eliminare e lasciare ai docenti curriculari la cura degli alunni certificati. Vediamo cosa sta accadendo.

Ancora Trento, fucina di "riforme". Questa volta spetta ai docenti di sostegno che una proposta, più volte analizzata dalla nostra redazione, vorrebbe eliminare e lasciare ai docenti curriculari la cura degli alunni certificati. Vediamo cosa sta accadendo.

La sperimentazione, ne dà comunicazione il Corriere del Trentino a pagina 7, nell’edizione del 13 luglio 2014, sta avvenendo in alcune classi del Trentino, patrocinata dall’Università di Bolzano e Trento.

Sperimentazione coordinata da Dario Ianes, fondatore della casa editrice Erickson di Trento e che da qualche anno ha avanzato una ipotesi che noi della redazione abbiamo più volte declinato.

L’idea è di trasformare l’80% dei docenti di sostegno in docenti curriculari e gli altri rimanenti diventare specialisti, figure itineranti di alta competenza tecnica che forniscono consulenza, materiali, strategie, aiutano, monitorano, valutano tutti i colleghi curriculari ai quali è demandata l’integrazione.

La motivazione di questo cambio radicale di impostazione, nasce da quello che lo stesso Ianes ha definito "fenomeno degenerativo dell’integrazione", che consiste nella delega sempre più pressante al sostegno da parte dei docenti curriculari e alle "micro esclusioni" di alunni disabili dalle loro classi.

Adesso, tutto ciò diventa una sperimentazione, proprio in quella parte d’Italia che in questi anni è stata trasformata in terra di sperimentazione di riforme che poi vengono estese a tutto il resto del paese.

I risultati della ricerca non ci sono ancora, ma Ianes tiene ad anticipare che "Le classe che stanno sperimentando questo approccio mi sembra abbiamo cambiato qualcosa della lor didattica normale in senso più inclusivo". L’inizio, comunque, sembra al pedagogista alquanto "promettente".

WhatsApp
Telegram

Eurosofia. Ultimi posti disponibili per partecipare all’incontro: “PNRR, Start-up per dirigenti scolastici – Attuazione delle linee di investimento”