Elezioni, scioperi e allerte meteo, scuola chiusa e monta la protesta dei genitori

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Non c’è pace in quest’anno scolastico. E noi genitori siamo messi in difficoltà: non tutti hanno la disponibilità dei nonni e chi non ce l’ha è costretto a chiamare una baby-sitter per andare al lavoro, spendendo altri soldi”.

Sono queste, come riferisce “iltirreno.gelocal.it“, le parole di una mamma di  un alunno della scuola primaria “Collodi” di Marina di Cecina, in riferimento ai numerosi giorni in cui la scuola è stata chiusa.

Nella giornata di ieri, la chiusura della scuola è stata causata dalle condizioni meteo, oggi, invece, c’è stato lo sciopero.

I genitori lamentano i numerosi giorni di interruzione dell’attività didattica, causati sì da problemi concreti ma che comunque mettono in difficoltà le famiglie e rendono problematico il percorso d’apprendimento dei figli.

Le proteste dei genitori sono “scoppiate” nella giornata di ieri dopo sette scioperi, tre allerte meteo e la chiusura per le elezioni.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione