Elezioni Rsu, l’Aran pubblica il regolamento: ora l’attenzione si sposta sul voto

WhatsApp
Telegram

Anief – L’Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni ha infatti appena pubblicato la Circolare n. 1, datata 26 gennaio 2018, rivolta a tutte le amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165 del 2001, con oggetto: “Rinnovo delle Rsu. Elezioni del 17, 18 e 19 aprile 2018. Chiarimenti circa lo svolgimento delle elezioni”.

Le regole stabilite per questa tornata di elezioni rimangono sostanzialmente le stesse della precedente. Il 20 aprile sarà dedicato esclusivamente allo scrutinio, contestualmente in tutte le amministrazioni. Tra i candidati potenziali anche i supplenti annuali.

In base al programma elettorale predisposto da alcune settimane, Anief è dunque pronta a rivedere il prossimo contratto collettivo nazionale (CCNL 2016/18), al fine di riconoscere la parità di trattamento economica e giuridica tra personale precario e di ruolo, tutto il servizio pre-ruolo nella ricostruzione di carriera o nei passaggi di ruolo senza temporizzazione, i nuovi profili di collaboratori scolastici, assistenti tecnici e amministrativi, il primo gradino stipendiale ai neo-assunti (CCNI 4 agosto 2011), la mobilità senza blocchi o vincoli e il servizio prestato nella paritaria (CCNI 2018). Grazie alla presenza ai tavoli confederali, il sindacato ha anche intenzione di cambiare gli attuali accordi che non recuperano l’indennità di vacanza contrattuale (INTESA 30 novembre 2016) e non interrompono la trattenuta del 2,5% in regime di TFR (ACCORDO 30 luglio 1999).

Marcello Pacifico (presidente nazionale ANIEF e segretario confederale CISAL): Mai come quest’anno si avverte tensione per queste elezioni di rinnovo Rsu, perché dopo trent’anni di stallo potrebbero ratificare la rappresentatività conquistata nel campo da Anief: il nostro sindacato si dichiara sin d’ora pronto a chiedere di rivedere tutti i discutibili contratti nazionali, integrativi e d’istituto firmati negli ultimi anni. L’obiettivo che ci poniamo è quello di introdurre il rispetto del diritto nelle nostre scuole. Il personale che volesse partecipare a questo cambiamento epocale, diventando protagonista del superamento del modo consociativo di fare sindacato degli ultimi decenni, può ancora farlo candidandosi con noi.

Candidati con noi, scarica il programma elettorale e partecipa ai nuovi seminari su legge di stabilità 2018 e contrattazione “DIES IURIS LEGISQUE” con il presidente Marcello Pacifico.

WhatsApp
Telegram

Perché scegliere il Corso di Preparazione al Concorso per Dirigente scolastico di Eurosofia?