Elezioni RSU 17-18-19 aprile: chi può votare e chi no, chi può candidarsi, numero preferenze esprimibili

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Le elezioni per la Rappresentanza Sindacale Unitaria (RSU) nelle pubbliche amministrazioni, scuola compresa, si svolgeranno il 17-18-19 aprile 2018.

Vediamo, in questa scheda, il  numero preferenze esprimibili, l’elettorato attivo e passivo,  il voto in caso di servizio in più scuole.

ELETTORATO PASSIVO

Può candidarsi (elettorato passivo), presso le Istituzioni scolastiche, il personale con rapporto di lavoro:

  • a tempo indeterminato;
  • a tempo determinato con incarico al 31/08 o al 30/06.

Non possono candidarsi:

  • i presentatori della lista;
  • i membri della Commissione elettorale;
  • i supplenti brevi e temporanei;
  • i dipendenti con qualifica dirigenziale (compreso il personale del comparto al quale sia stato conferito l’incarico di dirigente a tempo determinato con stipula del relativo contratto individuale);

ELETTORATO ATTIVO

Può votare il personale:

  • a tempo indeterminato e determinato in servizio nell’amministrazione alla data di inizio delle votazioni;
  • assunto nel periodo compreso tra l’inizio delle procedure elettorali (13 febbraio 2018) e la data di votazione, purché non rientri in nessuna delle categorie sotto riportate.

Non può votare il personale:

  • con rapporto di lavoro interinale, CFL …;
  • non contrattualizzato o assimilato;
  • con qualifica dirigenziale;
  • con contratto di lavoro diverso da quelli stipulati dall’Aran;
  • con contratto di consulenza o comunque “atipico”.

PERSONALE IN POSIZIONE DI COMANDO, FUORI RUOLO O ALTRA FORMA DI ASSEGNAZIONE TEMPORANEA

Il personale, che si trova in posizione di comando, fuori ruolo o qualsiasi altra forma di assegnazione temporanea presso altre amministrazioni, può candidarsi nell’amministrazione di provenienza. In caso di elezione, detto personale rientra in servizio revocando il comando o il fuori ruolo.

Quanto all’elettorato attivo, il personale suddetto vota nell’amministrazione in cui è comandato, collocato fuori ruolo o assegnato temporaneamente.

NUMERO DI PREFERENZE EPRIMIBILI

Nelle amministrazioni sino a 200 dipendenti si può esprimere 1 sola preferenza, 2 in quelle con oltre 200 dipendenti.

VOTO IN CASO DI SERVIZIO IN PIU’ ISTITUZIONI SCOLASTICHE

Il personale, che svolge l’orario di servizio in più scuole, esercita il diritto di voto in quella ove presta l’attività in modo prevalente, ossia dove svolge più ore ed è titolare.

Circolare Aran

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione