Elezioni del Consiglio di Istituto triennio 2021/2024: scadenziario e decreto di indizione

Stampa

Le elezioni per il rinnovo dei consigli di circolo/istituto scaduti per decorso triennio o per qualunque altra causa, nonché le eventuali elezioni suppletive nei casi previsti, si svolgeranno secondo la procedura ordinaria. A comunicarlo il Ministero dell’Istruzione con pubblicata la nota ministeriale numero 24032 del 6 ottobre 2021 che recita “Le elezioni per il rinnovo dei consigli di circolo/istituto scaduti per decorso triennio o per qualunque altra causa, nonché le eventuali elezioni suppletive nei casi previsti, si svolgeranno secondo la procedura ordinaria di cui al titolo III dell’ordinanza medesima. La data della votazione sarà fissata dal Direttore generale/dirigente preposto di ciascun Ufficio Scolastico Regionale, per il territorio di rispettiva competenza, in un giorno festivo dalle ore 8,00 alle ore 12,00 ed in quello successivo dalle ore 8,00 alle ore 13,30 non oltre il termine di domenica 28 novembre e lunedì 29 novembre 2021”.

Il commissario straordinario e le scuole omnicomprensive

La stessa nota precisa, altresì, che “Nelle istituzioni scolastiche che comprendono al loro interno sia scuole dell’infanzia, primarie e/o secondarie di primo grado, sia scuole secondarie di secondo grado, invece, continuerà ad operare il commissario straordinario, non essendo ancora intervenuta una soluzione normativa circa la composizione del consiglio di istituto delle scuole in questione”.

Le misure COVID

Al riguardo, il direttore generale della Direzione generale ordinamenti scolastici e valutazione sistema nazionale di istruzione Maria Assunta Palermo nella circolare formula alcune indicazioni circa le misure di prevenzione dal rischio di infezione da SARS-COV 2, che occorre adottare in occasione dello svolgimento delle elezioni, tenendo a riferimento gli elementi informativi e le indicazioni operative per la tutela della salute e per la sicurezza dei componenti dei seggi elettorali e dei cittadini aventi diritto al voto predisposti dal Comitato tecnico-scientifico presso il Dipartimento della Protezione Civile.

Modalità on-line

“Con particolare riferimento alle modalità di svolgimento delle elezioni – precisa la nota – risulta prioritario tenere conto delle peculiarità e della disponibilità delle dotazioni necessarie delle singole istituzioni scolastiche coinvolte. L’utilizzo della modalità a distanza presuppone, per esempio, la disponibilità di strumenti telematici idonei a consentire la comunicazione in tempo reale e quindi, il collegamento simultaneo fra tutti i partecipanti. Le strumentazioni e gli accorgimenti adottati devono comunque assicurare la massima riservatezza possibile delle comunicazioni e consentire a tutti i partecipanti la possibilità di votare, tutelando i principi di segretezza e libertà”.

Modalità per le elezioni

Le Elezioni avvengono con il sistema proporzionale sulla base di liste di candidati contrapposte, per ciascuna componente. L’ elettorato attivo e passivo per l’elezione dei rappresentanti del personale insegnante spetta ai docenti a tempo indeterminato e a tempo determinato con contratto di lavoro sino al termine delle attività didattiche o dell’anno scolastico, anche se in stato di utilizzazione, di assegnazione provvisoria o di soprannumero, nonché ai Docenti di Religione Cattolica con contratto di lavoro a tempo determinato sino al termine delle attività didattiche o dell’anno scolastico.

L’elettorato

L’elettorato attivo e passivo per l’elezione dei rappresentanti dei genitori degli alunni spetta ad entrambi i genitori (il padre e la madre) o a coloro che ne fanno legalmente le veci. L’ elettorato attivo e passivo per l’elezione dei rappresentanti del personale amministrativo e ausiliario spetta al personale a tempo indeterminato e a tempo determinato con contratto di lavoro sino al termine delle attività didattiche o dell’anno scolastico, anche se in stato di utilizzazione, di assegnazione provvisoria o di soprannumero. Gli elettori che fanno parte di più componenti esercitano l’elettorato attivo e passivo per tutte le Componenti a cui appartengono.

Eletti solo per una componente

Gli elettori, che sono risultati eletti in rappresentanza di più componenti, debbono optare per una sola delle rappresentanze. Le liste dei candidati debbono essere presentate personalmente, da uno dei firmatari, alla Segreteria della Commissione Elettorale:

  • per la componente del personale insegnante, tenuto conto del corpo elettorale in servizio nella scuola, da almeno 20 presentatori;
  • per la componente dei genitori, tenuto conto del numero degli alunni iscritti, da almeno 20 presentatori;
  • per la componente del personale amministrativo e ausiliario, tenuto conto del corpo elettorale in servizio nella scuola, da almeno 1/10 degli elettori della stessa componente. I candidati debbono essere elencati con l’indicazione del Cognome, del Nome, del luogo e della data di nascita, nonché della eventuale sede di servizio.

Il motto e l’identificativo della lista

Ciascuna lista deve essere contraddistinta da un motto indicato dai presentatori. Deve essere presentata, a pena di esclusione, entro i termini sopra indicati e sarà censita e individuata, a cura della Commissione Elettorale, con un numero romano progressivo riflettente l’ordine di presentazione alla Commissione Elettorale medesima. Con tale ordine sarà indicata, poi, nella relativa scheda elettorale.

Il numero dei candidati

Ogni LISTA, per ciascuna Componente, può comprendere, al massimo, il seguente numero di candidati:

  • componente personale insegnante n. 16 candidati su 8 da eleggere
  • componente genitori degli alunni n. 16 candidati su 8 da eleggere
  • componente personale a.t.a. n. 4 candidati su 2 da eleggere

È vietato

  • Nessun elettore può concorrere alla presentazione di più di una lista.
  • Nessun candidato può essere incluso in più liste della medesima componente.
  • Nessun candidato può presentare alcuna lista.
  • Nessun componente della commissione elettorale può essere candidato di alcuna lista.

Allegati

In allegato all’articolo il decreto di indizione delle elezioni e un prototipo di scadenziario che, evidentemente, tiene fissa come data quella proposta dal Ministero dell’Istruzione.

SCADENZIARIO ELEZIONI CONSIGLIO DI ISTITUTO

DECRETO INDIZIONE ELEZIONI CONSIGLIO DI ISTITUTO

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur