Elezioni dei rappresentanti dei genitori nei consigli di intersezione, interclasse e classe – a.s. 2020-2021: modello circolare

Stampa

Entro il 31 di ottobre, come ogni anno, è necessario provvedere alle elezioni dei rappresentanti dei genitori nei consigli di intersezione, interclasse e classe. Ragion per cui, ciascun dirigente scolastico visto il D. Lgs. n.297 del 16 aprile 1994, art. 5, vista la OO.MM. n.215 del 15.07.1991 modificata e integrata dalle successive OO.MM. nn.267, 293 e 277, rispettivamente datate 4 agosto 1995, 24 giugno 1996 e 17 giugno 1998, vista la C.M. prot. n.17097 del 02/10/2018 del MIUR, vista la N.M. 17681 del 02/10/2020 del MI “Elezioni degli organi collegiali a livello di istituzione scolastica-a. s. 2020/2021” contenente, altresì, prescrizioni sul contenimento da contagio COVID-19, dovrà provvedere a convocare, con congruo anticipo (solitamente fissato dal Regolamento di Istituto) ma, stante l’emergenza sanitaria e la necessità di prevenzione e contrasto alla diffusione del contagio da SARS-CoV—2 nella scuola, le assemblee dei genitori di ciascuna classe che non si svolgeranno in presenza.

La democrazia anche al tempo del COVID-19: bisogna tutelarla

Molte scuole hanno fatto richiesta di votare da remoto, a distanza, con gli strumenti usati anche per la didattica a distanza. Alternativa, per alcune scuole, quella di rinviare il voto ben oltre la scadenza fissare per il 31 di ottobre. «Le elezioni degli organi collegiali delle scuole non sono rinviabili – ha precisato il Ministero dell’Istruzione in una nota.

«Sono infatti un obbligo previsto dalle norme e sono necessarie per garantire organi pienamente legittimi e in grado di produrre deliberazioni altrettanto legittime. Sono inoltre fondamentali per la vita democratica delle scuole e per la partecipazione attiva delle famiglie, delle studentesse e degli studenti».

«Ferma restando la possibilità dello svolgimento con modalità a distanza delle assemblee, con riferimento alla possibilità di votazioni elettroniche, il Ministero, nel rispetto dei principi che dispongono la libertà e la segretezza del voto, precisa che si tratta senz’altro di una prospettiva su cui lavorare, che impone però una previa compiuta riflessione sulla valutazione e sulla implementazione di tutte le forme di semplificazione ed efficientamento delle procedure ordinarie delle Istituzioni scolastiche».

Le assemblee on-line

Il coordinatore di classe provvederà a fornire, entro l’orario d’inizio delle stesse, un link per accedere alla piattaforma (molti usano Google Meet) via mail o via WhatsApp, per effettuare le riunioni in modalità online. Fornito il link e aperta la riunione, il coordinatore di classe/team docente illustrerà brevemente l’utilità degli organi collegiali e le modalità di votazione, dopodiché lascerà l’assemblea online. L’assemblea proseguirà in maniera autonoma tra i genitori della classe fino.

Le votazioni in presenza

Le votazioni si svolgeranno in presenza secondo un calendario che verrà comunicato con qualche giorno di anticipo e con le modalità devono essere chiaramente riportate sulla circolare del dirigente scolastico. Si adotteranno le misure di prevenzione dal rischio di infezione da SARS-COV 2, che occorre prendere in occasione dello svolgimento delle elezioni, tenendo a riferimento gli elementi informativi e le indicazioni operative per la tutela della salute e per la sicurezza dei componenti dei seggi elettorali e dei cittadini aventi diritto al voto predisposti dal Comitato tecnico-scientifico presso il Dipartimento della Protezione Civile e richiamate nella nota M.I. n.17681 del 2/10/2020 a cui è necessario far riferimento per opportuna consultazione.

Chi vota

Entrambi i genitori degli alunni di ciascuna classe; nel caso in cui abbiano più figli in classi diverse, votano per ciascuna classe dove risulta iscritto ogni figlio.

Perché si vota

I Consigli di Intersezione, di Interclasse e di Classe sono un Organo Collegiale della scuola di durata annuale composto da docenti e genitori. Il consiglio formula proposte al collegio dei Docenti in merito all’azione educativa e alla sperimentazione, verifica periodicamente l’andamento complessivo dell’attività didattica, estende ed agevola i rapporti reciproci tra docenti e genitori.

Dove si vota

I Signori genitori votano in seggi posti nei plessi scolastici ove frequentano i rispettivi figli (o in altri spazi appositamente indicati dai dirigenti scolatici). Nelle aule (negli spazi eventualmente predisposi, nei luoghi all’aperto) appositamente predisposte a cura dei genitori sarà istituito un seggio elettorale per procedere alle operazioni di voto. Il seggio sarà tenuto da tre genitori tra i quali uno svolgerà le funzioni di presidente. Seguiranno le operazioni di scrutinio e la proclamazione degli eletti.

Qualora risultasse impossibile la costituzione di un seggio per classe, il Fiduciario del plesso provvederà a costituire un seggio unico, composto secondo le modalità.
Al termine delle operazioni di voto i componenti del seggio procedono allo spoglio ed alla successiva proclamazione degli eletti.
Tutti i genitori sono elettori ed eleggibili.
I verbali saranno riconsegnati al Fiduciario di ciascun plesso.

Come si vota

Gli elettori sono tenuti ad esibire, al momento del voto, un documento valido per il loro riconoscimento. L’elettore apporrà poi la propria firma nell’apposito elenco degli elettori. Si ricorda che:

a. i rappresentanti in Consiglio di Intersezione (Scuola dell’Infanzia) e di Interclasse (Scuola Primaria) sono uno per classe (art.5, Dlgs 297/1994);
b. i rappresentanti in Consiglio di Classe sono quattro per classe (Scuola Sec. I grado; art.5, Dlgs 297/1994) e due nella scuola secondaria superiore, a cui si uniscono due rappresentanti degli studenti;
c. che le elezioni hanno luogo sulla base di un’unica lista comprendente tutti gli elettori in ordine alfabetico;
d. Ciascun elettore può votare la metà dei membri da eleggere se gli eleggenti sono in numero superiore a uno (art.31, Dlgs 297/1994). Quindi sulla scheda elettorale ciascun elettore può esprimere:

  1. una sola preferenza nel caso dei Consigli di Intersezione e di Interclasse,
  2. due preferenze nel caso dei Consigli di classe.

e. Si ricorda che:

  1. è necessario avere una penna personale;
  2. gli alunni non sono ammessi nei plessi fuori dall’orario scolastico;
  3. sarà interdetto l’accesso a coloro che si presenteranno senza mascherina,
  4. è consentito permanere nei locali scolastici il tempo strettamente necessario alla votazione, dato che le assemblee si sono già svolte in modalità on line.

Note per gli elettori

I genitori dovranno attuare comportamenti rispettosi delle misure di contenimento Covid – 19.

Per quanto riguarda l’accesso dei votanti, è rimesso alla responsabilità di ciascun elettore il rispetto di alcune regole basilari di prevenzione quali:

  • evitare di uscire di casa e recarsi al voto in caso di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 3 7 .5°C;
  • non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
  • non essere stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni.

Per accedere ai locali adibiti alle operazioni di voto è obbligatorio l’uso della mascherina da parte di tutti gli elettori, in coerenza con la normativa vigente che ne prevede l’uso nei locali pubblici. Al momento dell’accesso nei locali, l’elettore dovrà procedere alla igienizzazione delle mani con gel idroalcolico messo a disposizione in prossimità della porta. Quindi l’elettore, dopo essersi avvicinato ai componenti del seggio per l’identificazione e prima di ricevere la scheda e la matita, provvederà ad igienizzarsi nuovamente le mani. Completate le operazioni di voto, è consigliata una ulteriore detersione delle mani prima di lasciare il seggio.

Allestimento dei locali adibiti alle operazioni di voto

Per l’allestimento dei locali adibiti alle operazioni di voto, occorre prevedere percorsi dedicati e distinti di ingresso e di uscita, chiaramente identificati con opportuna segnaletica, in modo da prevenire il rischio di interferenza tra i flussi di entrata e quelli di uscita. È, inoltre, necessario evitare assembramenti nei locali, prevedendo il contingentamento degli accessi nell’ edificio, eventualmente creando apposite aree di attesa all’esterno dell’edificio stesso. I locali destinati alle operazioni di voto devono prevedere un ambiente sufficientemente ampio per consentire il distanziamento non inferiore a un metro sia tra i componenti del seggio che tra questi ultimi e l’elettore. Si deve, però, anche garantire la distanza di due metri al momento dell’identificazione dell’elettore, quando a quest’ultimo sarà necessariamente chiesto di rimuovere la mascherina limitatamente al tempo occorrente per il suo riconoscimento. l locali in questione devono, altresì, essere dotati di finestre per favorire il ricambio d’aria regolare e sufficiente favorendo, in ogni caso possibile, l’aerazione naturale. Deve essere assicurata una pulizia approfondita dei locali ivi compresi androne, corridoi, bagni, e ogni altro ambiente che si prevede di utilizzare. Tali operazioni devono essere previste anche al termine di ciascuna delle giornate delle operazioni di voto e comunque nel rispetto di tutte le norme atte a garantirne il regolare svolgimento. I dirigenti scolastici, tenuto conto dell’ampiezza dei locali e della possibilità di garantire il necessario distanziamento, potranno prevedere che nello stesso ambiente si svolgano le operazioni di voto per una o più classi.

Operazioni di voto e di pulizia dei locali

Nel corso delle operazioni di voto, occorre che siano anche previste periodiche operazioni di pulizia dei locali e disinfezione delle superfici di contatto ivi compresi tavoli, postazioni attrezzate per il voto e servizi igienici. È necessario, inoltre, rendere disponibili prodotti igienizzanti (dispenser di soluzione idroalcolica) da disporre negli spazi comuni all’entrata nell’edificio e in ogni locale in cui si svolgono le votazioni per permettere l’igiene frequente delle mani.

CIRCOLARE ELEZIONE RINNOVO ORGANI COLLEGIALI

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia