Elezioni 2022, spostamento dei seggi dalle scuole: ennesima occasione persa. La denuncia della Flc Cgil

WhatsApp
Telegram

Nella settimana che va dal 12 al 16 settembre in quasi tutte le regioni si avvierà l’anno scolastico. La Flc Cgil, in una nota, chiede al governo un intervento in merito alla questione dei seggi elettorali negli edifici scolastici. 

“Avevamo chiesto perciò al governo il massimo sforzo per garantire un avvio di anno “normale” senza interruzioni alla didattica, evitando o limitando al minimo le chiusure. Ci aspettavamo dunque più determinazione ad individuare luoghi diversi dalle scuole per ospitare il voto alle elezioni politiche, almeno come si provò a fare col decreto sostegni bis in occasione delle elezioni amministrative del 2021 quando si stanziarono 2 milioni di euro per i Comuni che avrebbero provveduto a individuare luoghi alternativi alle scuole per l’insediamento dei seggi elettorali. Nulla di tutto questo è stato fatto”.

Poi continua la nota: “Auspichiamo che il prossimo governo possa iniziare un percorso che consenta ai cittadini di esercitare il diritto al voto al di fuori dei locali scolastici, garantendo contemporaneamente il diritto di voto dei cittadini italiani e il diritto allo studio di milioni di studenti”.

Infine conclude: “Continueremo in ogni caso a sostenere tutte le associazioni che sul territorio nazionale stanno promuovendo iniziative volte a sensibilizzare gli enti locali sulla questione dei seggi elettorali”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur