Elezioni 2022, centrodestra vince. Affluenza al 64% la più bassa di sempre

WhatsApp
Telegram

“Sarà un governo a guida Fratelli d’Italia, abbiamo scritto la storia”. Giorgia Meloni, a tarda notte non può più tirarsi indietro. I numeri sono dalla sua parte, il centrodestra avrà una maggioranza netta sia alla Camera che al Senato, dove sono evaporati i timori di una maggioranza azzoppata per il centrodestra.

A spoglio ancora in corso, il voto del 25 settembre ha visto l’affermazione di Giorgia Meloni, che ha guidato il centrodestra alla vittoria, nonostante i suoi due alleati – Salvini e Berlusconi – siano rimasti entrambi sotto il 10%, con un testa a testa tra Fi (8%) e Lega (8,5%).

Fratelli d’Italia si afferma come primo partito italiano con circa il 26% dei consensi, trascinando il centrodestra sopra al 43% sia al Senato che alla Camera e staccando di 15 punti il centrosinistra, che si ferma intorno al 27%. Insieme a Meloni può festeggiare anche Giuseppe Conte, che porta il movimento sopra il 15%. Il Pd è il secondo partito, ma resta sotto il 20%, considerato dal Nazareno una sorta di traguardo minimo.

L’affermazione del centrodestra è ancora più sorprendente nei collegi uninominali, soprattutto al Nord e nelle ex regioni rosse, dove quasi tutte le sfide sono state vinte dai candidati espressi da Fdi-Fi-Lega, anche in collegi che sembravano blindati, come quello di Pisa dove il centrosinistra aveva puntato su Nicola Fratoianni, uscito sconfitto e quello di Sesto San Giovanni, che ha visto il dem Emanuele Fiano, battuto da Isabella Rauti di Fdi.

Al Sud invece a fare il pieno nell’uninominale è il ‘nuovo’ M5S di Conte, che si conferma partito a vocazione meridionale. Il dato, già definitivo, dell’astensione segna il 63,91%, con un +9% rispetto alle ultime elezioni politiche del 2018.

Affluenza al 64%, la più bassa di sempre

Alle elezioni per il rinnovo della Camera alle 23 ha votato il 64,39% degli aventi diritto, (5.765 Comuni su 7.904). Per il Senato, ha votato il 64,31% (dati relativi a 5.748 Comuni su 7.904), lontanissimi dal 73.84% del 2018. Lo rileva Eligendo, il sito del ministero dell’Interno.

La notizia sui media stranieri

“L’estrema destra verso la vittoria alle elezioni”. Questo è il titolo della breaking news della Bbc, secondo cui “Giorgia Meloni si avvia essere  la prima premier donna in Italia, secondo gli exit poll”. L’emittente britannica ricorda che un’Italia guidata dalla Meloni “allarmerà buona parte dell’Europa”, mentre continua la guerra russa in Ucraina. “La coalizione di destra ampiamente in testa”, è il titolo del quotidiano francese “Le Figaro” sul sito, che fa una diretta dal voto, con i numeri degli exit poll. “Giorgia Meloni si avvia essere la premier più di destra italiana da Mussolini – exit poll”, titola la Cnn nella sua breaking news dedicata alle elezioni, nella quale ricorda le origini fasciste di Fratelli d’Italia e il suo euroscetticismo. “L’ultradestra vince per la prima volta le elezioni in Italia”, apre sul suo sito “El Pais”, sottolineando “l’astensione storica” nel voto di oggi e parlando di “terremoto politico”. La tedesca Faz parla della vittoria della “destra radicale”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur