Elezione CNAM. Battuta d’arresto del Governo

di Lalla
ipsef

inviato in redazione – "Ieri in Commissione Istruzione Senato, in occasione dell’esame dell’ atto del governo n. 42 sottoposto a parere inerente la modalità di nomina e elezione del Consiglio Nazionale per l’Alta Formazione Artistica e Musicale – CNAM, sono emerse molteplici problematiche quali l’alto numero dei componenti, la ridotta presenza della rappresentanza degli studenti nonché di alcune categorie di docenti.

inviato in redazione – "Ieri in Commissione Istruzione Senato, in occasione dell’esame dell’ atto del governo n. 42 sottoposto a parere inerente la modalità di nomina e elezione del Consiglio Nazionale per l’Alta Formazione Artistica e Musicale – CNAM, sono emerse molteplici problematiche quali l’alto numero dei componenti, la ridotta presenza della rappresentanza degli studenti nonché di alcune categorie di docenti.

Nonostante le criticità segnalate, già ampiamente rilevate anche dai soggetti auditi, il governo si è rifiutato di prendere in considerazione alcuna ipotesi migliorativa che potesse accogliere le obiezioni sollevate.

Per questo motivo il Movimento 5 Stelle ha dichiarato la propria contrarietà all’atto del governo ed al parere di maggioranza che ne prevedeva l’avallo. Successivamente, durante la votazione del parere, sull’atto si è creata un’insolita situazione di parità (9 voti contrari e 9 voti favorevoli) che ha comportato come risultato un giudizio di contrarietà allo schema di decreto.

Il Movimento 5 Stelle, unica vera forza di opposizione, denuncia e prende atto di questo ennesimo tonfo della maggioranza e auspica che quanto successo in Commissione Istruzione possa essere spunto di riflessione sia per la revisione dello schema di decreto oggetto di parere sia per l’esecutivo intero."

I senatori M5S:
Fabrizio Bocchino, Michela Montevecchi, Laura Bignami e Manuela Serra.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione