Effetti OCSE-PISA. In Irlanda meno insegnamento di religione, in Austria abolizione della bocciatura

di redazione
ipsef

A quanto pare l’Irlanda, da poco caduta nel giogo dei prestiti e rientri UE, mette in discussione l’insegnamento della religione, mentre in Austria viene annunciata l’abolizione della bocciatura. Misure per far fronte ai risultati OCSE-PISA

A quanto pare l’Irlanda, da poco caduta nel giogo dei prestiti e rientri UE, mette in discussione l’insegnamento della religione, mentre in Austria viene annunciata l’abolizione della bocciatura. Misure per far fronte ai risultati OCSE-PISA

In Irlanda la Chiesa cattolica ha un ruolo non indifferente e a scuola è presente con ben due ore e mezzo a settimana. Così, in una commissione bicamerale, il portavoce per l’educazione del partito Laburista Ruairi Quinn ha chiesto se non sia il caso di riconsiderare le 2 ore e mezzo spese sulla religione ogni settimana a seguito degli scarsi risultati del paese in letteratura e matematica secondo i dati pubblicati internazionalmente. Effetto OCSE.

Ovviamente, si sono levati gli scudi dei vescovi, in un paese dove il 90% delle scuole elementari sono controllate dai cattolici non ci si poteva aspettare una blanda reazione. E infatti Il vescovo di Achonry Brendan Kelly ha bollato le affermazioni di ridimensionamento come “spurii”. Insomma, per poco non è partita la scomunica.

In Austria, invece, ministro dell’istruzione, Claudia Schmied, ha annunciato di voler procedrecon l’abolizione della bocciatura già dal prossimo anno. La scelta è stata dettata dalla necessità di riforma della scuola a seguito dei risultati ottenuti nell’indagine OCSE-PISA, infatti l’Austria si è piazzata al 31/mo posto su 34 paesi.

Secondo la Schmied, la bocciatura non aiuta alla competitività. La Schmied è convinta che oggi ci si debba "concentrare su una nuova cultura dell’apprendimento e creare un sistema che dia importanza all’individualità degli studenti". Finora, in Europa, solo pochi paesi non conoscono il sistema della bocciatura: Islanda, Norvegia, Gran Bretagna.

Versione stampabile
anief
soloformazione