Gli effetti della riforma Fornero sull’insegnamento e la salute dei lavoratori della scuola

di redazione
ipsef

Giornata promossa dall'Associazione culturale e professionale "Scuola e Società" Giovedì 16 aprile 2015 presso l'Aula Magna del Convitto “Umberto I” di Torino, via Bligny 1 bis, dalle ore 9 alle ore 13

Giornata promossa dall'Associazione culturale e professionale "Scuola e Società" Giovedì 16 aprile 2015 presso l'Aula Magna del Convitto “Umberto I” di Torino, via Bligny 1 bis, dalle ore 9 alle ore 13

Per i partecipanti è previsto l'esonero dall'insegnamento per la giornata. Tutti i materiali al seguente indirizzo: http://www.cubpiemonte.org/index.php?sezione=164

Gli effetti della “riforma” Fornero sono stati devastanti in molti ambiti. La scuola italiana ne risente in particolare, sia per la specificità del lavoro docente sia per il fatto che, già prima della riforma pensionistica avevamo la classe docente più anziana d'Europa e fra le più anziane del mondo.

Il drastico spostamento in avanti dell'età della pensione ha evidenti conseguenze sulla salute dei lavoratori e sul loro lavoro; è anche un ulteriore tassello di quella “precarizzazione delle esistenze” che, lungi dal toccare
soltanto la parte più giovane della popolazione, contribuisce a rendere difficoltosa la vita di ognuno, modificando in corso d'opera prospettive e progetti di vita.

La giornata di studio si propone di affrontare questi temi dal punto di vista della salute dei lavoratori, dell'organizzazione e della qualità del lavoro, del modelLo sociale e culturale che si profila e di quello che, invece,
auspicheremmo..

Intervengono:

Daniela Converso (Università di Torino)

Vittorio Lodolo D'Oria (Medico esperto in malattie professionali degli insegnanti)

Giovanna Lo Presti (Associazione culturale “Scuola e Società”)

Coordina l'incontro:
Natale Alfonso (Associazione culturale “Scuola e Società”)

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione