Educazione sanitaria potrebbe diventare materia di studio a scuola

di Elisabetta Tonni
ipsef

item-thumbnail

L’educazione sanitaria finalizzata allo studio della salute e del benessere del cittadino potrebbe diventare una nuova materia nelle scuole secondarie di primo e secondo grado.

E’ quanto propone la deputata del Movimento 5 Stelle, Vittoria Casa. Con un video messaggio da circa un minuto, con un sottofondo musicale appena percettibile, lanciato su Facebook, l’Onorevole si rivolge a tutti i cittadini.

Vittoria Casa sostiene che sia necessario accrescere la convinzione che salute non sia solo assenza di malattia, ma uno stile di vita corretto che agisce sullo stato fisico psichico e sociale di ogni individuo. Quale luogo migliore, se non la scuola – è il concetto espresso da Casa – per impartire l’insegnamento sull’importanza di un corretto stile di vita?

Entrando più nel dettaglio, Vittoria Casa spiega che l’insegnamento di questa disciplina coprirebbe non meno di venti ore per quadrimestre inserita nelle Scienze. “I docenti – spiega l’Onorevole pentastellata – saranno facilitatori di promozione alla salute“. In pratica dovranno occuparsi di educazione alimentare, sessuale, igiene e prevenzione di malattie sessuali e trasmissibili, pronto soccorso e primo intervento.

Come nello stile del Movimento, il messaggio si conclude chiedendo la partecipazione attiva dei cittadini chiamati ad esprimersi su questa idea o a inviare suggerimenti.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione