Educazione sanitaria a scuola, Parisi: “Un’ora a settimana. Inaccettabile che gli studenti non sappiano la differenza tra virus e microbi”

WhatsApp
Telegram

Educazione sanitaria a scuola. È questo il messaggio lanciato dal Premio Nobel per la Fisica Giorgio Parisi, durante il recente Festival di Salute organizzato dal Gruppo Gedi all’Ara Pacis di Roma.

Secondo Parisi, sarebbe essenziale introdurre nelle scuole un corso di educazione sanitaria della durata di un’ora a settimana. L’ignoranza di concetti base come la differenza tra virus e microbi è, a suo avviso, inaccettabile in un periodo in cui la comprensione di temi come gli anticorpi monoclonali e i farmaci correlati è cruciale. L’educazione sanitaria potrebbe rappresentare un tassello fondamentale per formare cittadini più consapevoli e responsabili.

L’intervento di Parisi non è solo un campanello d’allarme sulle lacune dell’istruzione attuale, ma anche un invito a ripensare l’approccio educativo verso temi cruciali per la collettività.

Resta da vedere come le istituzioni scolastiche e governative risponderanno a questa chiamata. L’integrazione di un corso di educazione sanitaria nel curriculum scolastico potrebbe rappresentare un passo avanti significativo verso la creazione di una società più informata. Allo stesso tempo, potrebbe aprire nuovi orizzonti di collaborazione tra il mondo dell’educazione e quello della sanità, contribuendo a colmare il divario informativo che oggi sembra separare i cittadini dalle dinamiche sanitarie complesse che caratterizzano il nostro tempo.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri