Educazione musicale: la pedagogia Kodàly. XXV Corso estivo 22-27 agosto 2023. Complesso La Murasse, Verrès (AO)

WhatsApp
Telegram

La Pedagogia Kodály è, tra le metodologie storiche del ‘900, una delle più diffuse a livello mondiale. Nata per opera del compositore ungherese Zoltán Kodály a cavallo della metà del secolo scorso, ha cominciato ben presto a diffondersi, in considerazione dei risultati ottenuti in patria, dapprima in nord America ed in Australia ed ora in tutti i continenti, tra cui l’ultima frontiera, quella asiatica, dove è sicuramente tra le metodologie più utilizzate. In ogni paese ha trovato modi particolari di adattamento collegati con le particolarità intrinseche della cultura musicale di ognuno. I punti essenziali sono l’inclusività, il suo assunto principale è la musica per tutti, ed il suo carattere maieutico e non addestrativo. Oltre al canto, strumento fondamentale dell’educazione musicale, ogni aspetto del fare musica è compreso in questo modo di pensare la didattica musicale: dal movimento, allo strumento musicale, per il cui insegnamento fornisce una cornice ideale ed innovativa, al coro e l’orchestra. La neuropsicologia ha dimostrato in epoca recente la validità degli assunti psicologici, filosofici e didattici sottesi al pensiero kodályano. Nel 2017 la pedagogia Kodály è stata riconosciuta dall’Unesco bene immateriale dell’umanità.

L’AIKEMAssociazione Italiana Kodály per l’Educazione Musicale APS, attiva dagli anni settanta, è ente accreditato MIUR, ente accreditato per il Piano delle Arti, membro istituzionale per l’Italia dell’IKS – International Kodály Society. Si occupa in primo luogo di formazione offrendo diverse possibilità sul territorio nazionale, tra cui la Formazione Kodály Italiana, un percorso triennale, a breve inserito nel circuito internazionale International Kodály Certificate a Torino, Il Biennio Superiore di Didattica della Musica a Curvatura Kodály presso il Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia, Il Percorso biennale La Mente Attiva presso il Conservatorio GP da Palestrina di Cagliari.

Il XXV Corso estivo è indirizzato a musicisti, direttori di coro, insegnanti di scuola primaria e secondaria di I e II grado, strumento, solfeggio, docenti esterni che operano nella scuola materna ed elementare, studenti di Conservatorio, educatori ed operatori musicali ed, in generale, a tutti gli insegnanti attivi nel campo della ricerca didattico-musicale. Obiettivo del corso è di fornire nuovi strumenti didattici con particolare riferimento ai principi pedagogici del pensiero di Zoltán Kodály.

Docenti del corso: docenti della Formazione Kodály Italiana: Teresa Sappa, Maurizio Bovero, Edit Ács, Giusi Barbieri, Tamás Tóth. Docenti collaboratori: Mariella Santarcangelo, Geny Eva.

Docente ospite Árpád Tóth – Kodály Institute of the Liszt Academy – HU.

PROGRAMMI

22-25 agosto

Musicianship, Ear training, Laboratorio Corale

Sviluppo dell’ascolto melodico e polifonico. Senso del ritmo e della forma. Improvvisazione, vocalità e intonazione, choralgames. Itinerario di canti e polifonie dal mondo.

Metodologia

Fondamenti della filosofia e pedagogia Kodály. Organizzazione della lezione, strumenti e percorsi didattici per l’apprendimento del linguaggio musicale nella didattica kodályana a differenti livelli.

 
 
Singing games e repertorio

Il movimento alla base della interiorizzazione delle strutture ritmiche, melodiche e formali: il gioco come attività coinvolgente e ricca di stimoli, capace di catturare l’attenzione e motivare nell’acquisizione di conoscenze e competenze. La pratica vocale delle melodie, base della didattica kodályana, si arricchisce di ostinati, piccole coreografie, giochi, body percussion…

Musica nella scuola della infanzia e ascolto attivo

Il primo approccio alla musica, le modalità di insegnamento dei canti nella scuola d’infanzia, gli effetti positivi dei canti gioco sulla personalità, la simulazione del lavoro in classe, il rapporto tra lingua e ritmica, la programmazione del percorso didattico, proposte per le diverse classi ed età.

L’improvvisazione nella didattica pianistica Kodály

Percorso creativo-improvvisativo in il bambino vive concrete esperienze col suono, attraverso giochi d’imitazione, di armonizzazioni estemporanee di canti conosciuti, di elaborazioni di brani tratti dal repertorio pentatonico, diatonico e modale, fino ad arrivare a delle creazioni musicali originali.

26 e 27 agosto

Workshop La Musicianship attiva e la coralità

Docente Árpád Tóth

 

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE:

  • Iscrizioni entro il 31/7 (Iscrizione agevolata entro il 31/5)
  • Prenotazione per il soggiorno presso le strutture convenzionate entro il 30/6

È possibile iscriversi su PIATTAFORMA SOFIA (iniziativa 81412) usufruendo della CARTA del DOCENTE. Ai partecipanti sarà rilasciato un attestato valido per la Formazione

INFO:

https://www.aikem.it/corsoestivo.html

www.aikem.it  

[email protected]  

WhatsApp
Telegram

Storia di Giacomo Matteotti che sfidò il fascismo: una grande lezione di educazione civica per tutti. Webinar gratuito