Educazione musicale già nella scuola dell’infanzia: “Almeno cinque ore alla settimana”. M5S presenta proposta di legge

WhatsApp
Telegram

“Oggi abbiamo depositato una proposta di legge per la creazione di scuole d’infanzia “musicali”. Il nostro obiettivo è quello di rendere gradualmente strutturale la presenza sul territorio italiano di asili musicali all’interno del sistema integrato di istruzione e formazione dalla nascita a 6 anni”.

Così il capogruppo del Movimento 5 Stelle in commissione cultura al Senato Luca Pirondini, primo firmatario della proposta di legge.

“Il tutto ovviamente con un avvio in via sperimentale e limitatamente ad alcune istituzioni scolastiche per i primi 3 anni. Con questa legge prevediamo tra le altre cose che vi siano almeno cinque ore settimanali di educazione musicale e l’equiparazione giuridica ed economica dell’insegnante di educazione musicale agli altri insegnanti”. 

“Esistono già esperienze straordinarie come quella di Berlino, dove esiste un asilo musicale comunale, o di Moncalieri, che già da alcuni anni ha orientato la sua attività didattica verso l’educazione musicale da integrare con le altre attività svolte quotidianamente dai bambini. Da ultimo, Genova – grazie all’approvazione di una mozione del Movimento 5 Stelle – dal 2021 si è fatta interprete di un progetto pilota per la creazione di «scuole d’infanzia musicali», che ha preso forma presso tre istituzioni scolastiche comunali. La musica – conclude – ha un valore straordinario, perché riesce a rendere i bambini meno aggressivi e più motivati all’apprendimento, condividendo spazi, suoni e silenzi, e sviluppando la capacità di aggregazione e socializzazione. È l’ora che il suo insegnamento sia garantito anche ai nostri concittadini più piccoli”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur