Educazione motoria, Sasso: “Nessuna lotta tra maestri e specializzati. Pensiamo di potenziare le attività nella scuola media” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Il sottosegretario all’Istruzione, Rossano Sasso, è intervenuto alla conferenza stampa per l’istituzione delle due ore di educazione motoria alla scuola primaria a partire dal prossimo anno scolastico.

“È solo l’inizio, c’è tanto da fare. Pensiamo già alla possibilità di potenziarla alla scuola secondaria di primo grado. C’è da tutelare anche la forma dello studente-atleta, anche quelli delle categorie inferiori. Le due ore di educazione motoria, soprattutto al Sud, sono le uniche che il ragazzo compie. Farle come si facevano prima non è più possibile, per questo ricerchiamo docenti specializzati”.

Sulla possibile secondarizzazione della scuola primaria, spiega: “Il maestro non ha nulla da temere dall’introduzione di questa materia. L’interesse prioritario è il benessere e l’apprendimento degli studenti. Nessuno vuole secondarizzare la scuola primaria, abbiamo colmato un vuoto, non abbiamo stravolto nulla”.

Sui tempi della prova concorsuale: “Speriamo di potercela fare per settembre prossimo, se abbiamo fatto un concorso Stem in piena estate, non vedo perché non si possa fare anche per quelli di educazione motoria. Vedremo nelle prossime settimane. Sarebbe bello poter inaugurare l’anno scolastico in una palestra con un insegnante di scienze motorie già in servizio”.

DIRETTA | Educazione motoria alla primaria, Bianchi: “Grande lavoro di squadra. Finita la stagione dei tagli” [VIDEO]

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro