Educazione motoria alla scuola primaria, Sasso: “Troppa sedentarietà fra gli alunni. Dobbiamo intervenire”

Stampa

“Mattinata impreziosita dall’incontro con Valentina Vezzali, orgoglio italiano della scherma e sottosegretario allo Sport della Presidenza del Consiglio. Abbiamo affrontato i diversi aspetti del rapporto tra attività fisica e mondo della scuola e ci siamo trovati d’accordo sulla necessità di introdurre l’educazione motoria fin dal ciclo primario”.

Lo dice Rossano Sasso, sottosegretario all’Istruzione che prosegue: “e di farlo affidando la cura dei nostri bambini a docenti specializzati, quindi in possesso di un percorso formativo tale da poter garantire un’offerta didattica di livello adeguato“.

Fenomeni come l’eccessiva sedentarietà o le problematiche legate ad errori nella postura sono sempre più frequenti nella nostra società e, per quanto riguarda i giovanissimi, sono stati ulteriormente aggravati dai lunghi periodi di chiusure e didattica a distanza causati dalla pandemia”, prosegue Sasso.

Spesso la scuola, soprattutto per i più piccoli, rappresenta l’unico momento in cui praticare attività fisica: diamo allo sport a scuola la dovuta attenzione, senza improvvisare ma con professionisti del settore. Ci vuole una risposta strutturale e su questo lavoreremo, sapendo di poter contare sulla grande sensibilità della collega Vezzali“, conclude il sottosegretario Sasso.

Stampa

Nuovi percorsi mirati e intensivi per prepararti al Concorso Stem. Minicorso di inglese e informatica, simulatori disciplinari consulenze Skype