Educazione di genere, Faraone incontra associazioni genitori

di redazione
ipsef

"Con estrema chiarezza e collaborazione andremo avanti per costruire una società più giusta, solidale e rispettosa con lo strumento più potente per cambiare il mondo, come diceva Nelson Mandela: l’educazione. Per far sì che ciò accada noi dobbiamo avere alleate le famiglie intorno ai valori comuni della tolleranza e del rispetto. 

"Con estrema chiarezza e collaborazione andremo avanti per costruire una società più giusta, solidale e rispettosa con lo strumento più potente per cambiare il mondo, come diceva Nelson Mandela: l’educazione. Per far sì che ciò accada noi dobbiamo avere alleate le famiglie intorno ai valori comuni della tolleranza e del rispetto. 

E’ un periodo difficile in cui gli atti di razzismo, di bullismo, di sessismo si succedono e non possiamo abbassare la guardia, né cedere a informazioni falsate che hanno il mero scopo di strumentalizzare politicamente un tema così serio quale è la crescita di una società sana e rispettosa. In tal senso moltiplicheremo le occasioni di confronto insieme alle associazioni dei genitori".

Sono queste le parole pronunciate dal sottosegretario Faraone, sul suo profilo FB,  a commento dell'incontro svoltosi ieri al Miur con le associazioni dei genitori sul tema dell'educazione di genere.

Com'è noto, la novità introdotta dalla legge n. 107/2015 ha preoccupato non poco genitori e relative associazioni, il cui timore principale è che si voglia veicolare un messaggio altro, dietro l'apparenza di voler combattere la violenza di genere.

Faraone non ha parlato dei contenuti dell'incontro, tuttavia ha espresso la propria soddisfazione riguardo alla collaborazione instauratasi con le associazioni dei genitori, non solo riguardo al suddetto tema ma anche sulla lotta al bullismo, al cyberbullismo e alle discriminazioni, sull’educazione e sull' integrazione.  

Versione stampabile
anief anief
soloformazione