Educazione finanziaria nelle scuole, è legge: come farla? INTERVISTA a Mila Spicola

WhatsApp
Telegram

Il Consiglio dei Ministri ha approvato l’11 aprile 2023 il Ddl “Competitività” che inserisce l’insegnamento dell’Educazione finanziaria in quello dell’Educazione civica sottolineando il principio della “partecipazione piena e consapevole alla vita civica, culturale economica e sociale delle comunità” e quello del “diritto alla salute, al benessere della persona e all’educazione finanziaria, con particolare riguardo alla finanza personale, al risparmio e all’investimento”.

Nella intervista di questa pagina Mila Spicola, insegnante e collaboratrice dell’Huffpost, sviluppa queste tematiche alla luce delle “otto competenze chiave” e delle linee già espresse nella legge 92/2019 sulla reintroduzione dell’Educazione civica all’art. 2 c. 1 “che sviluppa la conoscenza e la comprensione delle strutture e dei profili sociali, economici, giuridici, civici e ambientali della società”.

I saperi economici, finanziari e digitali sono di certo materia trasversale sin dalla scuola Primaria e acquisiscono centralità nel percorso formativo e orientativo degli studenti al fine di renderli cittadini consapevoli.

Saranno presto definite dal Ministero anche le linee guida per promuovere la cultura finanziaria “d’intesa con la Banca d’Italia e la Consob e sentite le associazioni maggiormente rappresentative degli operatori e degli utenti bancari e finanziari” nel pieno rispetto dell’autonomia scolastica.

L’intervista

Vedi anche

L’Educazione finanziaria sarà insegnata nell’ambito dell’Educazione civica. Via libera da parte del governo

WhatsApp
Telegram

Concorso Dirigenti scolastici, preselettiva superata? Preparati per lo scritto