Educazione civica, Veneto anticipa legge nazionale. Bando a.s. 2019/20

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Educazione civica: Veneto anticipa legge nazionale e avvia bando per progetti a.s. 2019/20.

Applicazione riforma

Al momento non è prevista l’applicazione della riforma dal 2019/20, in quanto il testo di legge prevede che la riforma venga attuata il 1° settembre del primo anno scolastico successivo all’entrata in vigore della legge. Pertanto, entrando la legge in vigore il 5 settembre, la riforma potrà essere applicata dall’a.s. 2020/21.

Le linee guida per la sperimentazione nazione le sono state inviate al CSPI che si esprimerà il prossimo 11 settembre, intanto è stato nominato il nuovo Governo e il nuovo titolare del Miur, ossia Lorenzo Fioramonti.

Educazione civica in Veneto

La giunta regionale del Veneto, su proposta della Donazzan (Assessore all’Istruzione), come riferisce Askanews, ha avviato il bando perché gli istituti scolastici presentino i loro progetti per l’anno scolastico 2019-2020.

I progetti andranno presentati entro il 10 ottobre e dovranno focalizzarsi su:

  • Costituzione
  • Cittadinanza responsabile
  • Solidarietà
  • attenzione all’ambiente
  • prevenzione al bullismo e al cyberbullismo
  • lotta ad ogni discriminazione
  • il rispetto della legalità e il contrasto alle mafie.

Si tratta di alcune tematiche che dovranno essere affrontate nell’ambito dell’educazione introdotta dalla legge n. 92/2019.

Così l’Assessore Donazzan:

“L’educazione civica è una delle materie trasversali e delle competenze al centro del sistema educativo regionale, così come l’abbiamo disegnato anche nell’ultima riforma di due anni fa – ricorda l’assessore Donazzan Inoltre, quest’anno il calendario scolastico regionale propone a tutti gli istituti, statali o paritari, di ogni ordine e grado, di dedicare la giornata del 20 marzo ad approfondire temi legati all’educazione alla legalità. La scuola non è tale se non prepara i cittadini di domani, se non educa a sentirsi parte di una comunità sociale, della quale si è responsabili, e verso la quale si hanno diritti e doveri”.

La disponibilità di bilancio per il corrente anno scolastico è di 50 mila euro.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione