Educazione civica, indicazioni sulla gestione del registro elettronico: scarica modello circolare

Stampa

Siamo quasi al termine del primo quadrimestre e corrono veloci, ancora, i “sentito dire” e le interpretazioni (talvolta troppo personali) sulla gestione dell’insegnamento dell’educazione civica. Ma cosa fare in prossimità della valutazione relativa al Primo Quadrimestre? Tutto è pronto per assicurare uno scrutinio adeguato alle attese normative e organizzative? Vediamolo insieme.

Compiti del coordinatore di classe
Compiti del coordinatore di classe sono:

  • comunicare, in segreteria, ufficio didattica, i nomi dei docenti impegnati nell’insegnamento trasversale durante il presente anno scolastico (al fine di inserire, per ciascun docente, l’insegnamento tra le materie sul registro elettronico);
  • allegare UdA macro/moduli interdisciplinari di Ed. Civica al Piano di lavoro di Classe.

Compiti di ciascun docente impegnato nell’insegnamento di ed. Civica
Compiti di ciascun docente impegnato nell’insegnamento di ed. Civica sono:

  • precisare nel proprio Piano di Lavoro annuale quali argomenti della propria disciplina concorreranno alla formazione pertinente all’Educazione Civica;
  • documentare le ore di lezione di Ed. civica tramite registro elettronico, selezionando, nel menù a tendina relativo alla voce “Materia”, la dicitura “Educazione Civica” (si precisa che l’insegnamento verrà gestito condividendo il registro della materia tra tutti i docenti della classe a cui è stata affidata la disciplina; l’insegnamento sarà aggiunto dal personale della segreteria dopo che avrà ricevuto i nominativi dalla Commissione, quindi a conclusione di tutti i Consigli di classe);
  • inserire le valutazioni di ciascun alunno all’interno del registro voti di Ed. civica.

Compiti del coordinatore di educazione civica

  • formulare, in sede di scrutinio intermedio e finale, la proposta di valutazione per ciascun alunno dopo aver acquisito elementi conoscitivi dai docenti del CdC (elementi desumibili dal registro elettronico);
  • a tal proposito si precisa che la condivisione del registro della materia, tra i docenti coinvolti nell’insegnamento trasversale, consentirà al coordinatore di educazione civica di visualizzare le valutazioni inserite nel registro voti da tutti gli altri docenti della classe;
  • nella proposta di voto sarà necessario tener conto del peso delle valutazioni delle singole discipline rapportandolo al numero di ore di lezione svolte.

La valutazione
Per gli anni scolastici 20/21, 21/22, 22/23 la valutazione farà riferimento a traguardi di competenza e obiettivi individuati dal Collegio Docenti; dall’a.s. 23/24 la valutazione farà riferimento ai traguardi e agli obiettivi individuati dal Ministero con integrazione delle Linee Guida.

Il registro elettronico: l’educazione civica
Il registro di Educazione Civica, sezione collocata all’interno di ciascun registro elettronico, come sostenuto dal dirigente scolastico dell’Istituto di Istruzione Superiore “Vincenzo Dandolo” di Bargnano di Corzano (Brescia) prof. Giacomo Bersini, è condiviso tra tutti i docenti della classe a cui è stata abbinata (dal collegio dei docenti) la disciplina, quindi, le valutazioni inserite da un docente nel registro voti saranno visibili anche da tutti gli altri, così come gli argomenti delle lezioni svolte.

La tabella valutazioni
Nell’ambito della tabella delle valutazioni, per conoscere quale docente abbia inserito un determinato voto è sufficiente passare il mouse sopra la medesima valutazione affinché compaia (quasi in tutti i registri elettronici, per la verità) il nominativo dell’insegnante. Poiché tale funzione non è attiva nella visualizzazione del registro voti riservata agli alunni/alle famiglie, si suggerisce di indicare nella sezione “Note famiglia” il nome del docente che ha inserito la valutazione e l’argomento.
Esempio → Prof. Rossi – Elementi fondamentali di diritto.
Qualora le cinque colonne per tipologia di valutazione (Scritto/Grafico; Orale; Pratico) non siano sufficienti per registrare le valutazioni dei diversi docenti, basta fare click sulla categoria di proprio interesse perché siano compilabili ulteriori colonne.

La media dei voti/giudizi ai fini della valutazione
Nella sezione “Medie” (visibile accedendo prima alla sezione “Voti”) sarà possibile per tutti i docenti conoscere la media aritmetica dei voti sino a quel momento inseriti per ciascun alunno, automaticamente generata dal sistema.

Le proposte di voto in corrispondenza dell’orale
Nella sezione “Proposte” (visibile accedendo prima alla sezione “Voti”), come sostenuto dal dirigente scolastico dell’Istituto di Istruzione Superiore “Vincenzo Dandolo” di Bargnano di Corzano (Brescia) prof. Giacomo Bersini, il Coordinatore di Educazione Civica avrà cura, qualche giorno prima dello svolgimento degli scrutini di primo e secondo periodo, di inserire la proposta di voto in corrispondenza della colonna Orale. Essendo la sezione “Proposte” condivisa come tutte le sezioni del registro di Educazione Civica, la proposta inserita dal Coordinatore di Educazione Civica sarà visibile anche agli altri docenti coinvolti nell’insegnamento che potranno, in tal modo, verificare che la medesima sia coerente in base ai voti riportati dall’alunno. Si ricordi che il Consiglio di Classe, in sede di scrutinio intermedio e finale, potrà tener conto, se lo ritiene opportuno, delle competenze acquisite nell’ambito del nuovo insegnamento per stabilire il voto di comportamento di ogni singolo alunno. Di particolare interesse, oltre a quella citata precedentemente, la circolare organizzativa predisposta dall’Istituto Comprensivo Statale Jerzu di Scuola per l’Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado presieduto dal Dirigente Scolastico prof. Alessandro Bianco che colloca la sua scuola tra quelle classificabili d’eccellenza.

Circolare Gestione nel Registro Elettronico della disciplina Educazione civica

Insegnare educazione civica: contenuti, metodologia, competenze. Esempi di unità di apprendimento

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur