Educazione civica, dalla Costituzione al contrasto alle mafie. Le tematiche oggetto di studio

Stampa

Educazione civica come materia con voto autonomo: quali tematiche si dovranno affrontare.

Applicazione riforma

La legge prevede che la riforma venga introdotta il 1° settembre del primo anno scolastico successivo all’entrata in vigore della legge. Pertanto, entrando la legge in vigore il 5 settembre, la riforma potrà essere applicata dall’a.s. 2019/20.

Il Ministro Bussetti, tuttavia, ha annunciato che al Miur si sta lavorando ad un decreto per introdurre già dal 2019/20 l’insegnamento di Educazione Civica. A ciò aggiungiamo il nodo delle Linee guida, come riferito in Nuova Educazione civica nelle scuole a settembre 2019? Il nodo delle Linee guida

Linee guida e tematiche

Le Linee guida individueranno specifici traguardi per lo sviluppo delle competenze e obiettivi specifici di apprendimento, in coerenza con le
Indicazioni nazionali per il curricolo delle scuole dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione, con il documento”Indicazioni nazionali e nuovi scenari”, con le Indicazioni nazionali per i licei e con le linee guida per gli istituti tecnici e professionali vigenti,  avendo a riferimento le tematiche che saranno oggetto di studio.

Queste, come possiamo leggere nell’articolo 3/1 della legge, le tematiche che saranno affrontate dai nostri studenti:

  • Costituzione, istituzioni dello Stato italiano, dell’Unione europea e degli organismi internazionali; storia della bandiera e dell’inno nazionale;
  • Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, adottata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite il 25 settembre 2015;
  • educazione alla cittadinanza digitale, secondo le disposizioni dell’articolo 5;
  • elementi fondamentali di diritto, con particolare riguardo al diritto del lavoro;
  • educazione ambientale, sviluppo eco-sostenibile e tutela del patrimonio ambientale, delle identità, delle produzioni e delle eccellenze territoriali e agroalimentari;
  • educazione alla legalità e al contrasto delle mafie;
  • educazione al rispetto e alla valorizzazione del patrimonio culturale e dei beni pubblici comuni;
  • formazione di base in materia di protezione civile.

Nell’ambito dell’insegnamento trasversale dell’educazione civica, inoltre, sono promosse:

  • l’educazione stradale;
  • l’educazione alla salute e al benessere;
  • l’educazione al volontariato e alla cittadinanza attiva.

Tutte le azioni, infine, hanno come finalità quella di alimentare e rafforzare il rispetto nei confronti delle persone, degli animali e della natura.

La legge n. 92/2019

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia