Educazione civica, Bussetti: insegnanti la fanno anche con l’esempio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Educazione civica non diventa materia autonoma. Per il Ministro Bussetti “l’educazione civica è una materia che di per se è interdisciplinare”

La proposta di Legge

Una proposta legge di iniziativa popolare presentata dal sindaco di Firenze Dario Nardella e dal vicesindaco e assessore all’educazione Cristina Giachi, punta a introdurre nei quadri orario delle scuole un’ora a settimana (33 annuali) di “educazione alla cittadinanza”, con voto autonomo. Non si tratta però di una riforma dei quadri orario, la nuova disciplina dovrebbe essere ricavata rimodulando gli orari delle discipline storico – filosofiche – giuridiche.

L’insegnamento potrà essere affidato ai docenti abilitati nelle classi di concorso che abilitano per l’italiano, la storia, la filosofia, il diritto, l’economia.

Il Ministro Bussetti contrario ad autonomia ed. civica

Il Ministro Bussetti si è espresso più volte su questo argomento, facendo leva sul concetto di interdisciplinarietà che contraddistingue questo insegnamento. Ancora oggi, durante la sua visita a Palermo, ha ribadito

“Parte anche dal comportamento e dall’esempio di come gli insegnanti si pongono in classe e di come affrontano il tema con i ragazzi. Sicuramente un’attenzione, da questo punto di vista, la daremo anche specificando la materia nell’ordinamento. Ma è un percorso che dovrà attraversare un iter”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione