Educazione alimentare in tutte le scuole: petizione. Lettera

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Inviato da Lorenzo Montemagno Ciseri – Gentilissimi, mi chiamo Lorenzo Montemagno Ciseri e sono un docente di Scienza e Cultura dell’Alimentazione di scuola secondaria superiore.

Ho lanciato da poco più di una settimana una petizione online, su Change.org, contro l'”analfabetismo alimentare” dei nostri ragazzi che ha già raccolto più di 21.000 adesioni.

Sebbene noi si viva in una società bombardata da ogni lato da trasmissioni che parlano di cibo, da reality sulla cucina e così via, non abbiamo in realtà spesso le basi teoriche né gli strumenti conoscitivi per padroneggiare adeguatamente la nostra dieta o capire gli (eventuali) errori che commettiamo nel ricercare una sana e corretta alimentazione. Ma siccome molte nozioni o le si impara da bambini e da ragazzi o è estremamente difficile recuperarle, anche solo per mancanza di tempo e di possibilità, è importantissimo che queste siano apprese a scuola al pari di tutte le altre conoscenze.
Ad oggi la Scienza e Cultura dell’Alimentazione viene insegnata esclusivamente negli istituti alberghieri, ma io ritengo fermamente che, visto il panorama globale in cui la prima causa di morte sono le malattie cardiovascolari, e visto il dilagare pandemico di obesità (anche infantile) e di diabete (anche adolescenziale), sia fondamentale iniziare ad insegnare l’Educazione alimentare sin dai primi gradi della scuola primaria (se non addirittura, sotto forma di gioco, dalla scuola dell’infanzia) sino a tutto il percorso dell’obbligo scolastico.
Esistono molti coraggiosi esempi di progetti in tal senso in molti Istituti di tutta Italia, ma si tratta appunto di singoli progetti, benemeriti, ma che rimangono voci isolate nel panorama generale. La mia proposta è quella di far diventare organica a tutti i programmi scolastici l’Educazione alimentare, indipendentemete dal livello e dalla tipologia di istruzione.
Vi chiederei pertanto se possibile di sostenere e diffondere più possibile la mia petizione al Ministro dell’Istruzione, al Ministro della Salute ed alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Versione stampabile
anief
soloformazione