Educatori professionali, via ai corsi per i 60 CFU. I requisiti di accesso

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Dal Miur arriva il via definitivo ai corsi per i i 60 CFU previsti dalla Legge 2015/2017 comma 597. Lo comunica la Sen. Vanna Iori (PD), che delinea anche gli altri provvedimenti ai quali si dedicherà per la valorizzazione della figura dell’educatore, affinchè possa entrare a pieno titolo nelle scuole.

Laurea L19 per educatori professionali

La legge 205/2017 commi 594 – 601 prevede che per esercitare la professione di educatore professionale socio-pedagogico nei servizi e nei presìdi socio-educativi e socio-assistenziali diventa necessaria la Laurea Triennale L/19 – Scienze dell’educazione.

Educatori con servizio di 3 anni: corso di 60 CFU

Il comma 597 introduce la possibilità di un corso di 60 CFU per sanare la posizione di coloro che non hanno il titolo previsto dalla legge.

I requisiti di accesso

“In via transitoria, acquisiscono la qualifica di educatore professionale socio-pedagogico, previo superamento di un corso intensivo di formazione per complessivi 60 crediti formativi universitari nelle discipline [socio-psico-pedagogiche], organizzato dai dipartimenti e dalle facoltà di scienze dell’educazione e della formazione delle università anche tramite attività di formazione a distanza, le cui spese sono poste integralmente a carico dei frequentanti con le modalità stabilite dalle medesime università, da intraprendere entro tre anni dalla data di entrata in vigore della presente legge, coloro che, alla medesima data di entrata in vigore, sono in possesso di uno dei seguenti requisiti:

a) inquadramento nei ruoli delle amministrazioni pubbliche a seguito del superamento di un pubblico concorso relativo al profilo di educatore;

b) svolgimento dell’attività di educatore per non meno di tre anni, anche non continuativi, da dimostrare mediante dichiarazione del datore di lavoro ovvero autocertificazione dell’interessato ai sensi del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445;

c) diploma rilasciato entro l’anno scolastico 2001/2002 da un istituto magistrale o da una scuola magistrale”

Problemi per chi è iscritto all’Università o laureato da poco

Il decreto, introducendo la novità dall’a.s. 2019/20 di fatto diventa retroattivo (poiché fa riferimento all’anno di assunzione al nido e non al momento dell’immatricolazione al corso di laurea) e non prevede la possibilità per chi ha già iniziato il proprio percorso formativo di un adeguamento.

Laureati in Scienze dell’educazione L19 potranno lavorare come educatori negli asili nido, penalizzato chi è già iscritto all’Università

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione