Educare alle relazioni affettive e sessuali, il portale del Ministero dell’Istruzione e del Merito noisiamopari.it e un esempio di Accordo di Rete

WhatsApp
Telegram

In occasione del lancio del Piano nazionale per l’educazione al rispetto si è concretizzato il rinnovo e l’ampliamento del portale https://www.noisiamopari.it/site/it/home-page/, realizzato dal MIM per raccogliere contributi, materiali didattici e proposte di nuovi percorsi formativi pensati per le insegnanti e gli insegnanti, per le studentesse e gli studenti e per le famiglie, con la finalità di avviare attività di contrasto agli stereotipi e alle discriminazioni. Il portale è  anche un utile strumento per la condivisione di buone pratiche proposte dalle istituzioni scolastiche e dalle associazioni aderenti ai Forum e agli Osservatori istituzionali istituiti presso il MIM.

Linee guida nazionali (art. 1 comma 16 L.107/2015)

Messe a punto da un gruppo di lavoro istituito presso il MIM, le Linee guida previste dal comma 16 art. 1 della  legge 107/2015 per promuovere nelle scuole “l’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le altre discriminazioni” sono un documento di indirizzo che fornirà alle scuole spunti di riflessione per approfondire i valori e principi per una corretta “educazione al rispetto” ispirati dall’art. 3 della Costituzione. Le scuole, nel rispetto della propria autonomia, saranno chiamate, attraverso un percorso di condivisione interna e a seguito di un aperto confronto con tutta la comunità scolastica, ad integrare il loro Piano Triennale dell’Offerta Formativa in ragione dei principi guida della parità tra i sessi, del contrasto alla violenza di genere e di tutte le forme di discriminazione, proprio come prevede il comma 16 della legge 107/2015.

 Linee di orientamento per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo

In attuazione della legge n. 71/2017 recante “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo”, il MIM adotta le Linee di orientamento per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo. Il documento ha lo scopo di dare continuità alle Linee Guida già emanate nell’aprile del 2015, apportando le integrazioni e le modifiche necessarie in linea con i recenti interventi normativi. Le Linee Guida sono uno strumento flessibile e aggiornabile per rispondere alle nuove sfide educative e pedagogiche legate alla costante e veloce evoluzione delle nuove tecnologie. Al MIM spetta il coordinamento delle diverse azioni di prevenzione e contrasto del bullismo e del cyberbullismo nelle scuole, in sinergia con gli Enti e le Istituzioni previsti dalla legge n.71/2017. Il portale di riferimento del MIM per le azioni di prevenzione e contrasto del bullismo e del cyberbullismo è: www.generazioniconnesse.it. Sul portale sono pubblicati anche i materiali di supporto per le docenti e i docenti referenti per il contrasto del bullismo e del cyberbullismo individuati presso le singole istituzioni scolastiche.

 Promozione dell’educazione al rispetto nelle scuole

Le scuole sono già da anni chiamate a programmare interventi innovativi per l’attuazione delle indicazioni fornite dal Piano nazionale per l’educazione al rispetto.

Calendario delle religioni

Il 4 Ottobre di ogni anno viene celebrata la “Giornata della pace, della fraternità e del dialogo tra appartenenti a culture e religioni diverse”. Inoltre, con la legge n. 110/2015 la Repubblica Italiana ha riconosciuto, nella medesima giornata, il «Giorno del dono», quale momento di riflessione “al fine di offrire ai cittadini l’opportunità di acquisire una maggiore consapevolezza del contributo che le scelte e le attività donative possono recare alla crescita della società italiana, ravvisando in esse una forma di impegno e di partecipazione nella quale i valori primari della libertà e della solidarietà affermati dalla Costituzione trovano un’espressione altamente degna di essere riconosciuta e promossa”. Anche per questa ragione, è stato realizzato “Il calendario del Dialogo e delle feste delle Comunità”, per una scuola aperta e democratica e, come tale, in grado di assicurare la convivenza di culture diverse e di cooperazione per arrivare alla reciproca conoscenza e al senso di comune appartenenza. Il calendario è disponibile sul sito www.noisiamopari.it. Ogni anno il Ministero emana un’ordinanza che contiene le date delle festività nazionali, uguali perle scuole di ogni ordine e grado. L’ordinanza stabilisce anche la data di svolgimento della prova nazionale inserita nell’esame di Stato conclusivo del primo ciclo, comprese le sessioni suppletive.

Inoltre, l’ordinanza stabilisce la data di inizio degli esami di Stato conclusivi del II ciclo di istruzione. Le Regioni fissano la data di inizio e di fine delle lezioni nonché gli eventuali ulteriori giorni di chiusura delle scuole nel periodo delle festività natalizie e pasquali o in altri periodi.

Documenti allegati

Lotta al discorso d’odio

Il 14 settembre 2017 il MIM ha siglato il Protocollo d’intesa con l’ATS Parole Ostili, per promuovere una cultura della Rete non ostile, finalizzata a una maggiore consapevolezza dell’utilizzo degli strumenti digitali per la costruzione di un vero e proprio diritto alla cittadinanza digitale. L’obiettivo è quello di sviluppare congiuntamente iniziative di sensibilizzazione sui temi della comunicazione non ostile e di promozione di una cittadinanza digitale attiva e consapevole, attraverso la realizzazione di specifici momenti formativi rivolti alle docenti e ai docenti, alle studentesse e agli studenti sul territorio nazionale. Per favorire il percorso di riflessione sul tema dell’odio online, il MIM, d’intesa con la Camera dei deputati, ha emanato, già dall’anno scolastico 2017/2018, il bando di concorso nazionale “La Camera e i giovani contro i fenomeni d’odio”, rivolto alle scuole secondarie di secondo grado. Dallo scorso anno il MIM, in collaborazione con la Delegazione italiana presso l’Assemblea del Consiglio d’Europa, ha avviato un’azione di sensibilizzazione e informazione sul tema dell’istigazione all’odio online promuovendo in tutte le scuole secondarie di secondo grado la conoscenza e l’approfondimento dei contenuti del Vademecum, sintesi del lavoro edito dal Consiglio d’Europa “No hate speech”.

I valori fondanti della nostra Carta Costituzionale

Il MIM ha sottoscritto molteplici Accordi e Protocolli d’intesa  con le principali Istituzioni e gli Enti di riferimento  per trasmettere a tutta la comunità scolastica i valori fondanti della nostra Carta Costituzionale. Tutti i Protocolli sono disponibili su:

www.MIM.gov.it e www.noisiamopari.it

Osservatori nazionali

Al fine di monitorare, integrare e rafforzare il “Piano nazionale per l’educazione al rispetto” con ulteriori interventi, il MIM si avvale del lavoro di una serie di Osservatori costituiti da rappresentanti di Enti, Istituzioni e Associazioni impegnati nel promuovere politiche di inclusione. Gli Osservatori attivati sono:

  • l’Osservatorio per l’integrazione degli alunni stranieri e l’intercultura
  • l’Osservatorio permanente per l’inclusione scolastica
  • l’Osservatorio nazionale per il monitoraggio e la promozione delle iniziative in ambito educativo e formativo sui temi della parità tra i sessi e della violenza contro le donne.

A questi si aggiunge il costante confronto su tutte le tematiche proposte con il Forum nazionale delle associazioni degli studenti e dei genitori.

Accordo di Rete “Educazione alle relazioni affettive e sessuali”

Vi segnaliamo l’Accordo di Rete “Educazione alle relazioni affettive e sessuali” promosso siglato tra il Polo Arbëresh di Lungro diretto con competenza dal Dirigente Scolastico Ing. Gianfranco Maletta, il Distretto Sanitario Esaro-Pollino, il Comune di Acquaformosa, il Comune di Firmo e il Comune di Lungro. Il Progetto riguarda la realizzazione di attività formative rivolte agli studenti della scuola secondaria di secondo grado di Lungro, facenti capo all’Istituzione scolastica capofila I.O. polo Arbëresh di Lungro. Una brillante iniziativa che rende le scuole migliori e differenti. Accordo che si allega auspicando una replicabilità di questa vera e propria eccellenza. Risultati attesi quelli di migliorare i rapporti affettivi dei giovani e il loro rapporto con il proprio e l’altrui corpo riducendo i fenomeni di gravidanze indesiderate, violenza di genere e autolesionismo.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri