Edilizia scolastici, PD: per governo del cambiamento sicurezza non è importante

di Elisabetta Tonni
ipsef

item-thumbnail

E’ ancora polemica sui fondi destinati all’edilizia scolastica.

Con un tweet, strumento di comunicazione politica ormai consolidato, un gruppo di Senatori del Pd torna sul tema della soppressione delle strutture di missione.

Nei 14o caratteri i Senatori scrivono: “I nostri governi avevano creato #CasaItalia e le strutture di missione per l’edilizia scolastica e il dissesto idrogeologico. Oggi Salvini e Di Maio le sopprimono. Per il “governo del cambiamento” la sicurezza delle scuole e del territorio non è importante”.

Il primo allarme era stato lanciato dalla Senatrice Pd, Malpezzi, durante un intervento nell’Aula di palazzo Madama, rilanciato sul suo profilo Facebook.  La Senatrice chiedeva conto di 4,8 miliardi già assegnati all’unità di missione e il cui destino sarebbe ignoto con la soppressione della struttura.

Il presidente della commissione Cultura alla Camera, Luigi Gallo, del Movimento 5 Stelle in una successiva intervista in esclusiva per Orizzonte Scuola, aveva negato che alla scuola sarebbero mancati i fondi per l’edilizia e la messa in sicurezza. Gallo di fatto non ha smentito la soppressione delle strutture di missioni, su cui farà verifiche e approfondimenti, ma ha confermato che comunque non sarebbe stato sottratto neanche un euro per la messa in sicurezza delle scuole.

Versione stampabile
anief
soloformazione