Edilizia scolastica. Riduzione delle multe per i comuni che non hanno rispettato il Patto di Stabilità

WhatsApp
Telegram

I Comuni che non hanno rispettato il Patto di Stabilità Interno (PSI) per il 2015 ma che hanno investito per l’edilizia scolastica avranno una riduzione delle multe da applicare nel 2016.

I Comuni che non hanno rispettato il Patto di Stabilità Interno (PSI) per il 2015 ma che hanno investito per l’edilizia scolastica avranno una riduzione delle multe da applicare nel 2016.

Lo stabilisce la commissione Bilancio della Camera, che ha approvato un emendamento all’art. 7 del decreto Enti Territoriali (D.L. 113/2016) recante le “Misure finanziarie urgenti per gli enti territoriali e il territorio”.

L’emendamento al comma 3 recita: “La sanzione da applicare nell’anno 2016 ai Comuni che non hanno rispettato il patto di stabilità interno per l’anno 2015, è ridotta di un importo pari alla spesa per edilizia scolastica sostenuta nel corso dell’anno 2015, purché non già oggetto di esclusione dal saldo valido ai fini della verifica del rispetto del patto di stabilità interno”.

Gli enti interessati dovranno comunicare al MEF le spese sostenute per l’edilizia scolastica, entro il termine di 30 giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur