Edilizia scolastica, nello scontro Nord-Sud perde il Sud

di
ipsef

"Il 52% degli edifici al Sud e circa un 53% nelle Isole, infatti, pur avendo edifici relativamente giovani, dichiara la necessità di interventi di manutenzione urgenti, a fronte di quanto dichiarato dalle regioni del Nord e del Centro che si aggirano intorno al 26%". Quanto si legge nel dossier di Legambiente "Ecosistema scuola 2011, la fotografia dell’edilizia scolastica italiana"

"Il 52% degli edifici al Sud e circa un 53% nelle Isole, infatti, pur avendo edifici relativamente giovani, dichiara la necessità di interventi di manutenzione urgenti, a fronte di quanto dichiarato dalle regioni del Nord e del Centro che si aggirano intorno al 26%". Quanto si legge nel dossier di Legambiente "Ecosistema scuola 2011, la fotografia dell’edilizia scolastica italiana"

Direttamente proporzionale sono gli investimenti, infatti "si passa infatti dai 53.472 euro al Nord, ai 27.193 euro al Centro per arrivare ai 22.482 investiti al Sud". Per quanto riguarda la manutenzione ordinaria si ravvisa"una media di investimento dei comuni del Nord doppia rispetto a quella del meridione, ovvero 12.003 euro ad edificio contro i 4.902 del Sud".

Nel dossier si dimentica di rilevare che i finanziamenti all’edilizia prendono sempre le vie fluviali del Po, anche quelli che dovrebbero andare al Sud, come i fondi FAS. Sarà questo il motivo per cui al Nord l’edilizia scolastica soffre meno?

Il dossier di Legambiente

Versione stampabile
anief
soloformazione