Edilizia scolastica. La Provincia di Caserta chiede aiuto: a rischio chiusura dal 1 gennaio le sue scuole superiori

di Giulia Boffa
ipsef

La provincia di Caserta versa in una condizione di dissesto finanziario e quindi non è più in grado di pagare le bollette della fornitura elettrica delle scuole superiori e di occuparsi della loro sicurezza solo fino al 31 dicembre prossimo, poi sarà chiusura totale.

La decisione si aggiunge anche alla situazione critica di alcune scuole che sono costrette a fare turni pomeridiani perché non sono stati rinnovati i fitti delle succursali.

Sono 93 le scuole in provincia che avrebbero bisogno di adeguamenti antisismici e di prevenzione degli incendi: dal prossimo 1 gennaio saranno fuori legge e se ne dovrà disporre la chiusura.

La provincia di Caserta è inoltre debitrice nei confronti dello Stato di più di 41 milioni di euro, insieme ad altre cifre che portano il totale a circa 72 milioni, e molti sono stati gli interventi parlamentari per chiedere, nella legge di Stabilità del 2017, una riduzione del contributo richiesto, ma senza risultato.

La Provincia ha pertanto chiesto ai Comuni della zona, proprietari di edifici a norma, di metterli a disposizione per permettere la didattica degli studenti delle scuole superiori casertane.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione