Edilizia scolastica, fondi aggiuntivi per la messa in sicurezza in Sicilia

di redazione
ipsef

item-thumbnail

L’edilizia scolastica in Sicilia potrà contare su ulteriori finanziamenti. Altri 76.851.096,47 euro, frutto di economie maturate fino al 2017, sono destinati al piano di sicurezza per le scuole.

Lo ha fatto presente l’assessorato all’Istruzione all’indomani della denuncia da parte del Governatore Musumeci, secondo il quale sul fronte dell’edilizia scolastica la Regione ha ereditato una situazione difficile con il 60% delle scuole siciliane che non sono a norma e oggi ci sono a disposizione 270 milioni da destinare proprio alla messa a norma delle scuole.

L’assessorato all’Istruzione ha assicurato che “Sono previste operazioni di manutenzione straordinaria, di messa in sicurezza, utili per gli istituti che hanno già effettuato le indagini diagnostiche, interventi di adeguamento antisismico e strutturale“.

Secondo l’agenzia AdnKronos che ha rilanciato la notizia, Palermo e Messina sono le province che riceveranno maggiori risorse: nel primo caso sono stati assegnati 17.022.337,50 euro, destinati alla realizzazione di numerosi interventi. Nel secondo caso, Messina, sono stati attribuiti 17.957.142,7 euro.

I finanziamenti non riguarderanno solo questi due capoluoghi, ma saranno distribuiti anche agli enti per interventi alle scuole delle province di Agrigento (16.622.623,49), Caltanissetta (2.647.720,00), Enna (5.306.300,00), Ragusa (3.882.000,00), Siracusa (1.585.840,31) e  Trapani (1.570.600,00).

Versione stampabile
anief
soloformazione