Edilizia scolastica, De Filippo apre lavori del seminario internazionale Miur-Ocse su sicurezza e ambienti innovativi

WhatsApp
Telegram

MIUR – “L’attenzione riservata dal Governo all’edilizia scolastica – in tutti suoi aspetti, dalla sicurezza alla modernità degli ambienti – e gli ingenti investimenti degli ultimi anni per gli edifici scolastici (esistenti e da realizzare ex novo) hanno fatto crescere l’interesse internazionale per il nostro Paese e per le buone pratiche realizzate in questo settore.

Per questo siamo molto soddisfatti della scelta dell’Italia come sede per questo seminario internazionale, un momento di riflessione e confronto promosso dal Gruppo Ocse Leep di esperti sugli ambienti efficaci di apprendimento”.

Così il Sottosegretario all’Istruzione Vito De Filippo aprendo oggi i lavori del seminario internazionale Space for learning: bridging innovation and safety in school buildings, che proseguirà anche domani presso la Sala della Comunicazione del Miur, per concludersi giovedì 25 maggio con una visita di studio dei delegati OCSE presso i comuni di Amatrice e Cittareale, nelle aree colpite dal sisma. Tra le istituzioni presenti il Gruppo di valutazione degli ambienti di apprendimento LEEP – Direzione per l’istruzione e le competenze dell’OCSE, la Struttura di missione per l’edilizia scolastica della Presidenza del Consiglio, l’INAIL (Istituto Nazionale Assicurazione Infortuni sul Lavoro), Cassa Depositi e Prestiti, Dipartimento della Protezione Civile, l’INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia), l’INDIRE (Istituto Nazionale Documentazione Ricerca Educativa), la BEI, la Banca mondiale e i rappresentanti degli enti locali e delle maggiori organizzazioni rappresentative del settore. La prima giornata è stata dedicata alla sicurezza delle strutture scolastiche. Il programma di domani prevede la simulazione di ambienti di apprendimento innovativi, con l’intervento dell’architetto Mario Cucinella. Chiuderà i lavori la Ministra Valeria Fedeli. Le sessioni della mattina e del pomeriggio di domani potranno essere seguite anche in diretta streaming sul sito www.istruzione.it.

“Negli ultimi due anni, in Italia, sono cambiati la governance delle procedure di edilizia scolastica – prosegue De Filippo – gli strumenti a disposizione, i sistemi di monitoraggio e di controllo delle risorse pubbliche investite. La trasparenza e l’informatizzazione delle procedure, unite alla semplificazione delle stesse, hanno contribuito a rendere il processo di gestione dell’edilizia scolastica una best practice riconosciuta anche a livello europeo. Abbiamo sicuramente ancora molto lavoro da fare, ma sappiamo di essere nella direzione giusta”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur