Edilizia scolastica, crolli e distacchi di intonaco: uno ogni tre giorni di scuola

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Edilizia scolastica: Cittadinanzattiva ha censito 70 crolli e distacchi di intonaco tra il mese di settembre 2018 e il mese di luglio 2019.

Focus asilo nido

Cittadinanzattiva, come riferisce Askanews, ha presentato oggi a Roma i dati registrati dall’Osservatorio civico sulla sicurezza a scuola, riguardanti gli asili nido che sono 11.027 e sono frequentati da più di 320.000 bambini.

Gli asili nido, ricordiamolo, non sono censiti dall’Anagrafe dell’edilizia scolastica.

Dal punto di vista dei crolli e dei distacchi di intonaco, la situazione degli asili nido è migliore rispetto a quella degli altri edifici scolastici, sebbene non presentino ancora un livello di sicurezza sufficiente:  più di due nidi su cinque sono in regola con le certificazioni (di agibilità statica, presente nel 42%, rispetto al 26% delle scuole di altro ordine gradi; di agibilità igienico-sanitaria – 47%, vs 36%; di prevenzione incendi – 41%, vs 33%)

I nidi sono, invece, meno sicuri riguardo alla sicurezza sismica: solo il 15% ha effettuato le verifiche di vulnerabilità (rispetto al 29% degli altri istituti), appena il 4% è stato migliorato sismicamente (vs 9%), e ancor meno, il 2%, è stato del tutto adeguato sismicamente (vs 5%).

Fioramonti: ricostituiremo Osservatorio edilizia al Miur

Fioramonti, come riferito, ha annunciato che al Miur sarà ricostituito l’Osservatorio sull’edilizia scolastica  e che sta valutando la possibilità di intervenire con una norma specifica in cui il ministero in casi di complessità possa sostituirsi nei casi di gravi inadempienze o crolli non repentinamente ricostruiti.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione