Edilizia. Proroga 2 mesi per progetti edili Decreto del Fare: burocrazia lenta, forse commissario straordinario. I 56 progetti che partiranno

di
ipsef

Giulia Boffa – Il Ministro Giannini ha prorogato di due mesi la scadenza per l’affidamento dei lavori di ristrutturazione urgenti in quasi 700 scuole. Il problema è la macchina burocratica: il premier Matteo Renzi, stando ad un comunicato del ministero dell’Istruzione, aveva già affermato che uno dei problemi più pesanti di cui soffre il nostro Paese è la burocrazia.

Giulia Boffa – Il Ministro Giannini ha prorogato di due mesi la scadenza per l’affidamento dei lavori di ristrutturazione urgenti in quasi 700 scuole. Il problema è la macchina burocratica: il premier Matteo Renzi, stando ad un comunicato del ministero dell’Istruzione, aveva già affermato che uno dei problemi più pesanti di cui soffre il nostro Paese è la burocrazia.

Gli enti locali avranno tempo fino a fine aprile per rispettare i termini del Decreto del Fare e far partire i cantieri per la messa in sicurezza delle scuole, per cui sono stati stanziati 150 milioni di euro.

Troppo pochi,meno di un quarto della somma stanziata, i lavori affidati entro il 28 febbraio, data di scadenza stabilita dal Decreto.

"Lo scorso novembre  – si legge in una nota ministeriale  –  il Miur ha dichiarato finanziabili 692 interventi in base a graduatorie fornite dalle regioni. Il termine per l’affidamento dei lavori scadeva il 28 febbraio 2014. Il ministero ha monitorato e sollecitato costantemente".

Ma il 27 febbraio, ad un giorno dalla scadenza, risultavano affidati soltanto 207 interventi per un totale di  35,7 milioni di euro. In altre parole, poco meno del 30 per cento del totale dei lavori finanziabili e appena il 24 per cento delle risorse disponibili.

Da qui la decisione di prorogare di due mesi la scadenza dei bandi. Per superare questa lentezza, si fa strada anche l’idea di nominare un commissario ad acta per gestire con più celerità i prossimi progetti di edilizia scolastica, finanziati con i due miliardi e mezzo di euro, di cui si è parlato nei giorni scorsi.

I fondi sono già disponibili, essendo un avanzo di quello che si era già stanziato tra il 2004 e il 2013 tra fondi nazionali e fondi europei, cioè 3,6 miliardi di euro.

Tra le regioni più lente la Sardegna, con appena un lavoro affidato sui 24 ammessi a finanziamento: il 4 per cento. Seguono d Lazio, Abruzzo, Molise, Lombardia e Liguria, con meno di un quarto di lavori affidati.

 Le due regioni più virtuose sono Toscana e Emilia Romagna con tassi di completamento delle procedure vicine al 50 per cento.

I progetti finanziati sono 56, per i quali partiranno subito i cantieri.

“Le risorse sono poche – commenta il Presidente dell’Unione Province Italiane Antonio Saitta – ma intanto le Province possono iniziare ad aprire i cantieri per le scuole superiori. Oltre ai progetti finanziati, le Province ne hanno presentato al bando del Decreto del Fare altri 250 considerati ammissibili ma non finanziati per mancanza di risorse, per la cui copertura basterebbero circa 140 milioni di euro. Oggi ho parlato con il Sottosegretario Delrio, che mi ha assicurato che anche le scuole superiori rientrano tra quelle per cui il Governo intende assicurare risorse per il piano dell’edilizia scolastica. Per questo stiamo inviando la documentazione sui progetti già appaltati al Ministero dell’Istruzione, così che possa avere il quadro delle Province, e nel frattempo abbiamo già iniziato ad inviare alla mail predisposta dal Governo le proposte di interventi, così da essere certi di potere permettere al Presidente Renzi di disporre, entro la data indicata del 15 marzo prossimo, di almeno un progetto per Provincia sulle scuole superiori”.

Questi i 56 progetti approvati e appaltati, divisi per Regione:

  • Regione Abruzzo su 4 milioni a disposizione, sono stati assegnati alle scuole superiori 1 milione di euro per 1 progetto della Provincia di Teramo di messa in sicurezza di un istituto alberghiero.
  • Regione Basilicata su 2 milioni a disposizione, sono stati assegnati alle scuole superiori 1 milione 613 mila euro, così suddivisi: Provincia di Matera, 2 progetti di messa in sicurezza per un liceo classico e un istituto tecnico, per un totale di 660 mila euro. Provincia di Potenza, 3 progetti per un istituto tecnico, un alberghiero ed un campus per 953 mila euro.
  • Regione Calabria su 13 milioni a disposizione, sono stati assegnati alle scuole superiori 1 milione 488 mila euro così suddivisi: Provincia di Catanzaro, 1 progetto per manutenzione straordinaria di un liceo classico per 500 mila euro. Provincia di Crotone, 1 progetto per messa in sicurezza di un istituto tecnico per 498 mila 500 euro. Provincia di Vibo Valentia, 1 progetto per messa in sicurezza di un istituto tecnico commerciale per 490 mila euro.
  • Regione Emilia Romagna su 7 milioni a disposizione, sono stati assegnati alle scuole superiori 2 milioni di euro, così suddivisi: Provincia di Bologna, 1 progetto di messa in sicurezza e bonifica amianto su più edifici, per 400 mila euro. Provincia di Ferrara, 1 progetto di adeguamento per un istituto tecnico per 50 mila euro. Provincia di Forlì Cesena, 1 progetto di adeguamento per un istituto tecnico per 241 mila euro; Provincia di Modena, 1 progetto di messa in sicurezza per un istituto tecnico per 350 mila euro. Provincia di Parma, 1 progetto di manutenzione straordinaria per un istituto tecnico per 208 mila 950 euro. Provincia di Piacenza, 1 progetto per intervento di bonifica amianto in un istituto tecnico per 100 mila euro. Provincia di Ravenna, 2 progetti di bonifica amianto e messa in sicurezza per diversi istituti, per 220 mila 751 euro; Provincia di Reggio Emilia 1 progetto di messa in sicurezza e manutenzione su diversi plessi per 341 mila 880 euro. Provincia di Rimini, 1 progetto di messa a norma e bonifica amianto per diversi istituti per 150 mila euro.
  • Regione Friuli Venezia Giulia su 2 milioni 500 mila euro a disposizione sono stati assegnati alle scuole superiori 272 mila 500 euro per un progetto manutenzione straordinaria per un istituto tecnico della Provincia di Udine. Regione Lazio su 14 milioni a disposizione, sono stati assegnati alle scuole superiori 595 mila così suddivisi: Provincia di Latina, 1 progetto per messa in sicurezza di un istituto tecnico per 265 mila euro. Provincia di Rieti, 1 progetto per messa in sicurezza di un liceo scientifico per 330 mila euro.
  • Regione Liguria su 4 milioni a disposizione, sono stati assegnati alle scuole superiori 456 mila 795 euro, così suddivisi: Provincia di Genova, 2 progetti per la rimozione amianto di diversi istituti per 358 mila 650 euro. Provincia di Imperia, 1 progetto per manutenzione straordinaria di un liceo classico per 98 mila 145 euro.
  • Regione Lombardia su 15 milioni a disposizione, sono stati assegnati alle scuole superiori 2 milioni 267 mila euro, così suddivisi Provincia di Milano, 1 progetto per la bonifica amianto di un istituto tecnico per 922 mila 603 euro. Provincia di Bergamo, 1 progetto per la bonifica amianto di due istituti tecnici per 234 mila 516 euro. Provincia di Brescia 1 progetto per bonifica amianto di un istituto professionale per 510 mila 476 euro. Provincia di Pavia, 1 progetto per bonifica amianto di un istituto tecnico per 600 mila euro.
  • Regione Molise su 2 milioni a disposizione, sono stati assegnati alle scuole superiori 606 mila euro così suddivisi: Provincia di Campobasso, 2 progetti per adeguamento alle normative di sicurezza di diversi istituti per 396 mila euro. Provincia di Isernia, 4 progetti per messa in sicurezza e manutenzione di diversi istituti per 210 mila euro.
  • Regione Piemonte su 9 milioni a disposizione, sono stati assegnati alle scuole superiori 2 milioni 876 mila euro, così suddivisi: Provincia di Torino, 6 progetti per messa in sicurezza e rimozione amianto per diversi istituti per 2 milioni 376 mila euro. Provincia di Cuneo, 1 progetto per la manutenzione straordinaria di un istituto professionale per 500 mila euro.
  • Regione Sardegna su 5 milioni a disposizione, sono stati assegnati alle scuole superiori solo 113 mila 807 euro per 2 progetti per la rimozione amianto e messa in sicurezza di due istituti tecnici della Provincia di Oristano.
  • Regione Sicilia su 16 milioni a disposizione, sono stati assegnati alle scuole superiori 99 mila 800 euro per il progetto della Provincia di Enna, per la messa in sicurezza di un istituto tecnico.
  • Regione Toscana su 10 milioni a disposizione, sono stati assegnati alle scuole superiori 2 milioni 464 mila euro, così suddivisi: Provincia di Livorno, 1 progetto di rimozione amianto di un liceo scientifico per 375 mila euro. Provincia di Pisa, 1 progetto per la ristrutturazione della palestra che serve diversi istituti per 1 milione di euro. Provincia di Prato, 1 progetto di adeguamento antincendio di un istituto professionale per 89 mila 787 euro.
  • Regione Umbria su 2 milioni e 500 mila euro a disposizione, sono stati assegnati alle scuole superiori 322 mila euro per il progetto della Provincia di Perugia, che prevede la bonifica amianto per diversi istituti."
Versione stampabile
soloformazione