Ed. Civica, On. Barbuto (M5S): no nuove assunzioni ma passo in avanti per Docenti di Diritto

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La discussione e l’approvazione alla Camera della Legge sulla “nuova” disciplina Ed. civica ha animato il dibattito tra i fautori e i detrattori.

Chi insegnerà ed. civica

Uno degli argomenti più dibattuti fin dalle prime proposte in merito è stato quello di individuare le figure alle quali attribuire l’insegnamento.

Il testo approvato alla Camera afferma che l’insegnamento dell’educazione civica è affidato, anche in contitolarità, a docenti della della classe e, ove disponibili, a docenti abilitati  nell’insegnamento delle discipline giuridiche ed economiche.

Per ciascuna classe, tra i docenti cui è affidato il “nuovo”insegnamento, è individuato un coordinatore.

Il coordinatore, tra i suoi compiti, ha quello di formulare la proposta di voto in decimi, acquisendo elementi conoscitivi dagli altri docenti interessati dall’insegnamento.

Non sono previsti compensi per svolgere il ruolo di coordinatore, eccetto i casi in cui non siano stabiliti dalla contrattazione d’istituto con oneri a carico del fondo per il miglioramento dell’offerta formativa.

Tale formulazione non convince i Docenti delle discipline giuridico – economiche, alcuni dei quali faranno sentire il loro dissenso partecipando allo sciopero del 17 maggio proclamato dal sindacato Anief. 

Legge su Ed. Civica, Apidge: “Miscuglio della peggiore specie”. Insegnamento a docenti di diritto

Barbuto (M5S): no nuove assunzioni, ma passo in avanti per i Docenti di Diritto

Con un post su Fb l’On. Barbuto ha voluto chiarire

Leggo su alcuni post ed in alcuni commenti ed addirittura in alcuni articoli su testate specializzate che non sarebbe cambiato nulla per i docenti di discipline giuridiche ed economiche.
Non è così.
Mi rivolgo a coloro che, in particolare, sono stati assunti nel 2015 ( buona scuola per intenderci) e si trovano a stazionare nelle sale docenti per fare solo sostituzioni perchè, alla fine, il progetto era proprio questo . Reperire supplenti.
Dovreste essere, invece, contenti. Dall’anno prossimo, o comunque, dall’anno successivo in cui la legge verrà definitivamente approvata ( deve passare dal Senato) sarete impegnati nell’insegnamento dell’educazione civica perchè il testo di legge prevede esplicitamente per le secondarie di secondo grado che siano i docenti di discipline giuridiche ed economiche presenti nell’organico dell’autonomia ad espletare questo insegnamento.
Se qualcuno si aspettava che, in seguito all’approvazione di questa legge, ci sarebbero state nuove assunzioni purtroppo resterà deluso al momento, ma è una sfida aperta che vinceremo se tutti coloro che si trovano già nell’organico dell’autonomia sapranno far comprendere che la nostra professionalità è indispensabile.
Inoltre, la Camera ha approvato un ordine del giorno che impegna il Governo ad effettuare un censimento dell’organico dell’autonomia al fine di favorire una migliore ridistribuzione dei docenti abilitati all’insegnamento delle discipline giuridiche ed economiche cui è affidato l’insegnamento dell’educazione civica.
Non molliamo e proseguiamo tutti insieme.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione