Ecco “Unica”, la piattaforma per famiglie e studenti: tre macro-aree, tutte le info utili. Al via da mercoledì 11 ottobre [FOTO]

WhatsApp
Telegram

Il Dipartimento delle Risorse Umane del Ministero dell’Istruzione e del Merito ha presentato ai sindacati la nuova piattaforma “Unica” destinata a famiglie e studenti.

Il progetto, in linea con il piano di semplificazione delle procedure gestionali scolastiche, mira a ottimizzare l’efficienza dei servizi offerti all’utenza scolastica.

La piattaforma, disponibile dal 11 ottobre, prevede tre diversi profili di accesso: studenti, famiglie e personale scolastico. A ogni profilatura corrispondono specifiche funzionalità, suddivise in tre macro-aree:

  1. Area dell’Orientamento: mira a consolidare il collegamento tra il primo e secondo ciclo di istruzione, valorizzando le competenze e i talenti degli studenti.
  2. Area del “vivere la Scuola”: dove si potranno scoprire e sfruttare tutte le opportunità formative offerte.
  3. Area della semplificazione dei servizi digitali: per una più semplice fruizione delle prestazioni di servizi da parte di famiglie e studenti.

Inserita nel quadro dei servizi digitali a supporto del diritto allo studio, “Unica” aspira a migliorare le operazioni del Ministero e delle istituzioni scolastiche ed educative statali. Il Ministero dell’Istruzione e del Merito è stato autorizzato ad acquisire dati aggregati, relativi all’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) delle famiglie degli studenti, per alimentare il portale.

In particolare, tra i contenuti pubblici, inserita all’interno della sezione Orientamento, è già disponibile una guida alla scelta che contempla tutta la linea dei percorsi di istruzione e formazione. Un altro accesso consente di entrare nell’area dedicata alle iscrizioni on line, con link diretti a Scuola in Chiaro e alla modulistica utile per perfezionarne la procedura.  La piattaforma prevede homepage differenti secondo il profilo di accesso (studenti, famiglie, docenti, dirigenti), la possibilità di navigare al suo interno in lingua inglese e una sezione che rimanda a statistiche sui percorsi di studio e sull’accesso al mondo del lavoro costantemente implementate. Alle scuole verrà inviata una nota per fornire indicazioni operative che renderanno da subito accessibile il portale alle famiglie e agli studenti. Grazie a una specifica norma di legge che autorizza il trattamento dei dati personali e garantisce la conformità della piattaforma alla normativa vigente, il Garante per la tutela della privacy ne ha attestato la regolarità in uno specifico parere fornito al ministero. La piattaforma verrà implementata successivamente con ulteriori servizi e funzioni.

La creazione di questa piattaforma rappresenta un passo significativo verso l’adozione di metodi digitali per semplificare l’erogazione dei servizi a favore delle famiglie e degli studenti. Non solo facilita l’accesso alle informazioni, ma contribuisce anche a garantire una distribuzione più equa delle risorse educative. È stato sottolineato che la ripartizione delle risorse privilegerà le istituzioni con un maggior numero di studenti provenienti da famiglie economicamente svantaggiate.

Per l’erogazione di contributi economici a studenti e famiglie, il Ministero dell’Istruzione e del Merito potrà acquisire dall’INPS i dati relativi all’ISEE, facilitando così l’identificazione dei beneficiari e l’erogazione dei sostegni economici, come borse di studio e contributi per viaggi di istruzione.

WhatsApp
Telegram

Concorso Insegnanti di Religione Cattolica. Scegli il corso specifico di Eurosofia con esempi di unità didattiche. Guarda la demo