Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Ecco perchè alle dipendenti della pubblica amministrazioni a tempo indeterminato non spetta la Naspi

WhatsApp
Telegram

Ecco qual è la normativa che prevede che non venga riconosciuta la Naspi alla neo mamma che si dimette se è assunta a tempo indeterminato nella pubblica amministrazione.

La Naspi è una prestazione economica che viene riconosciuta al lavoratore dipendente che cessa involontariamente il rapporto di lavoro. In caso di dimissioni volontarie l’indennità è riconosciuta soltanto in due casi: quando le dimissioni sono per giusta causa, quando a presentarle è la neo mamma nel periodo di tutela dal licenziamento.

Rispondiamo ad una nostra lettrice che ci chiede:

Gent.mo,ho letto questo articolo: Naspi alle mamme che si dimettono, attenzione spetta solo a determinate condizioni
 
Vorrei capire perché questa differenza, sono docente statale a tempo indeterminato, perché non posso avere la Naspi per 2 anni se mi licenzio come le altre mamme che non lavorano nella pubblica amministrazione? Quale è il riferimento giuridico? Grazie in anticipo.

Naspi alle neo mamme che si dimettono, ma non nella pubblica amministrazione se il rapporto è a tempo indeterminato

La Naspi per le neo mamme si applica solo nell’ambito di riconoscimento dell’indennità di disoccupazione stessa. I dipendenti delle pubbliche amministrazioni a tempo indeterminato non rientrano nel perimetro di applicazione delle misura e a stabilirlo è la circolare n. 94 dell’INPS del 12 maggio 2015 nella quale è espressamente scritto che:

“Le disposizioni relative alla NASpI non si applicano nei confronti dei dipendenti a tempo indeterminato delle pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni.”.

Gli unici dipendenti pubblici che possono fruire della Naspi sono quelli a tempo determinato. Solo in questo secondo caso la neo mamma può dimettersi dal contratto e ricevere la Naspi se presenta dimissioni entro il primo anno di vita del bambino. Per i dipendenti a tempo indeterminato, non essendo riconosciuto come beneficio la NASPI, non è riconosciuta neanche la possibilità di dimettersi nel periodo di tutela dal licenziamento avendo diritto al trattamento.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Concorso a cattedra educazione motoria scuola primaria, corso di preparazione: con simulatore Edises e sconto libri 25%. Prezzo lancio 100 euro ancora per poco