“Ebola”, “Chi la tocca muore”. Chat dell’odio contro una compagna di classe: indagati 15 studenti

WhatsApp
Telegram

Bullismo e cyberbullismo a scuola: a Latina indagata un’intera classe che per mesi hanno preso di mira una compagna di classe creando una vera e propria chat dell’odio.

La mamma della ragazzina ha sporto denuncia e adesso 15 studenti di scuola secondaria di primo grado sono indagati dalla Procura.

In base a quanto riporta Rainews, i carnefici della giovane studentessa bullizzata, avevano creato una chat dell’odio, nella quale arrivavano le indicazioni per l’umiliazione del giorno. La chiamavano «ebola» e si scrivevano «evitatela», come fosse un virus. «Passatele accanto ma senza toccarla. Chi la tocca muore ed esce dal gruppo», dicevano i leader del gruppo di bulli.

A quanto si apprende la vittima aveva deciso di evitare i compagni bulli arrivando in ritardo ogni giorno. Poi il racconto di una delle compagne di classe inserita nella chat, che ha deciso di uscire dal gruppo e raccontare tutto alla compagna presa di mira. Poi la denuncia della mamma che ha portato all’apertura, da parte della Procura di Roma, di un procedimento contro 12 ragazzi e 3 ragazze.

Nei giorni scorsi la Garante per l’infanzia e l’adolescenza del Lazio, Monica Sansoni, ha incontrato gli studenti della scuola di Latina dove i fatti sono accaduti mentre altri incontri sono in programma.

WhatsApp
Telegram

EUROSOFIA: Progressione dei Facenti Funzione DSGA all’area dei Funzionari ed Elevate Qualificazioni