E se i PAS accogliessero anche i precari abilitati per la scuola primaria che non hanno ancora l’idoneità per la lingua inglese?

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

Lalla – La proposta è della FLC CGIL: far acquisire a tutti i precari, l’idoneità per l’insegnamento della lingua inglese, sfruttando i corsi per i docenti a tempo indeterminato o i corsi PAS (Percorsi Speciali abilitanti), di prossima attivazione, in cui bisognerà predisporre percorsi appositi per l’acquisizione del livello B2. Si potrebbero prendere due piccioni con una fava.

Lalla – La proposta è della FLC CGIL: far acquisire a tutti i precari, l’idoneità per l’insegnamento della lingua inglese, sfruttando i corsi per i docenti a tempo indeterminato o i corsi PAS (Percorsi Speciali abilitanti), di prossima attivazione, in cui bisognerà predisporre percorsi appositi per l’acquisizione del livello B2. Si potrebbero prendere due piccioni con una fava.

Sfruttare i corsi esistenti per dare una risposta ai docenti precari della scuola primaria che, seppure abilitati, non sono in possesso dell’idoneità all’insegnamento della lingua inglese.

Si tratta dei docenti che hanno conseguito l’abilitazione con sessioni riservate di abilitazione o percorsi abilitanti speciali, o che all’interno di Scienze della formazione primaria hanno sostenuto esami in lingua diversa dall’inglese.

Secondo la FLC CGIL si otterebbero due vantaggi: maggiori opportunità di lavoro e minori oneri per l’Amministrazione al momento dell’assunzione in ruolo, dal momento che l’acquisizione dell’idoneità è comunque obbligatoria per l’insegnamento nella scuola primaria.

Il sindacato è intenzionato a presentare la proposta nei prossimi incontri al Miur sull’argomento.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur