E’ morto Adel Smith: lottò per togliere il crocifisso dalle classi e da ogni edificio pubblico

Stampa

GB – Aveva 54 anni ed è morto per una grave malattia Adel Smith, il presidente dell’Unione musulmani d’Italia, diventato famoso per la battaglia contro la presenza di simboli sacri negli edifici pubblici, dalle scuole ai tribunali fino a seggi elettorali e ospedali, culminata nel 2003 con il lancio di un crocifisso dalla finestra dell’ospedale dell’Aquila,dove era ricoverata l’anziana madre: per questo episodio, Smith fu anche condannato dal tribunale a una pena di 8 mesi per vilipendio alla religione.

GB – Aveva 54 anni ed è morto per una grave malattia Adel Smith, il presidente dell’Unione musulmani d’Italia, diventato famoso per la battaglia contro la presenza di simboli sacri negli edifici pubblici, dalle scuole ai tribunali fino a seggi elettorali e ospedali, culminata nel 2003 con il lancio di un crocifisso dalla finestra dell’ospedale dell’Aquila,dove era ricoverata l’anziana madre: per questo episodio, Smith fu anche condannato dal tribunale a una pena di 8 mesi per vilipendio alla religione.

Era nato ad Alessandria d’Egitto da padre italiano e madre egiziana, viveva a Ofena(L’Aquila), era padre di tre figli.

"È stato un coraggioso, ha utilizzato gli strumenti dell’ordinamento giuridico italiano per portare avanti le sue battaglie su principi di libertà"ricorda il suo avvocato Dario Visconti.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur