Duro attacco di Meloni: “Azzolina? Non puoi prendere un passante e farlo diventare ministro”

Stampa

“Se c’è una cosa che abbiamo imparato con questo governo è che non puoi prendere un passante e farlo diventare ministro, perché ti ritrovi con problemi ancora più grandi di quelli che il destino ti costringe a fronteggiare”.

“Abbiamo provato ad aiutare Azzolina che era evidentemente digiuna delle materie delle quali era  stata chiamata a occuparsi, con proposte puntuali che sono state  anch’esse rigettate.Abbiamo cercato di farla ragionare sul fatto che  più dei banchi a rotelle potevano servire i termo scanner e che  sarebbe stato interessante utilizzare spazi esterni degli istituti  scolastici o coinvolgere il privato. Mi ricordo che la Cei diede la  disponibilità per l’utilizzo delle strutture del privato”.

Durissimo affondo della leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni al Tg4 nei confronti della gestione politica della ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina.

“Bastava un po’ di intelligenza e buonsenso, così come per sopperire alla carenza di cattedre non serviva il concorsone, si potevano far scorrere le graduatorie visto che ci sono migliaia di persone che aspettano da anni di essere assunte. Abbiamo tentato di fare proposte  che non sono state minimamente ricevute perché purtroppo questo governo ha insieme alla sua incapacità anche un problema di spocchia”, ha aggiunto.

“Oggi si scarica tutto sulle regioni e non si risolvono i problemi. Leggevo questa mattina che in una delle regioni dove sono stati  pensati gli orari scaglionati c’è il piccolo problema che l’unico  mezzo di trasporto parte sempre alla stesa ora. Quindi l’autobus  continua ad essere stipato di gente che poi sta lì a bighellonare due  ore perché la scuola manco gli apre. Si figuri come stiamo improvvisando“, conclude la rappresentante del centrodestra.

Decreto ristori, 85 milioni in più per acquistare strumenti per la didattica digitale integrata per studenti meno abbienti [BOZZA e VIDEO]

Stampa

Preparazione concorsi e TFA Sostegno con CFIScuola!